Dal film "Night on Earth", di Jim Jarmush
  • Mondo
  • domenica 26 luglio 2015

Cosa si può fare con la patente italiana nel mondo

È una delle più "potenti" in circolazione – la peggiore è quella russa – ma ci sono dei paesi in cui non è sufficiente

Dal film "Night on Earth", di Jim Jarmush

Il sito statunitense Captain Compare ha analizzato e classificato le patenti di guida di alcuni paesi del mondo. La classifica è stata fatta guardando quanto una patente è efficace rispetto alle altre, quanto permette di essere usata all’estero senza bisogno di ulteriori esami o restrizioni. Le patenti di guida più efficaci sono quelle di Francia e Gran Bretagna, le più deboli sono quelle di Russia e Messico. Significa che gli autisti francesi e britannici sono quelli che hanno meno problemi per guidare all’estero. È messa abbastanza bene anche l’Italia, la cui patente è valutata 90 (su 100). La patente francese ha un valore di 97, quella russa di 64.

classifica-patenti

Captain Compare mostra anche come e per quanto con una patente di uno stato si può guidare all’estero, aggiungendo anche interessanti curiosità sul guidare in quei paesi: si scopre per esempio che in Franca è obbligatorio avere un etilometro e che in certi paesi è vietato tenere accese le luci dell’automobile di giorno, mentre in altri è obbligatorio. Le immagini qui sotto mostrano il “power ranking” della patente italiana all’estero: va da 0 a 7. Quando è pari a 0 significa che la patente italiana non è valida, quando è pari a 7 che è completamente valida, senza alcuna restrizione.

(Le immagini spiegano quanto e per quanto vale la patente italiana in diversi paesi del mondo)

La patente italiana, all'estero

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.