I dati ufficiali dei primi due mesi di Expo

Dopo le discussioni e i dubbi degli ultimi giorni, sono stati pubblicati: corrispondono ai 6 milioni di visitatori di cui aveva parlato Giuseppe Sala

I visitatori dopo aver passato il tornello di ingresso ad Expo (Il Post)

Dopo le discussioni e i dubbi circolati riguardo i dati forniti pochi giorni fa dal commissario unico di Expo Giuseppe Sala a una conferenza di Confindustria, il sito di Expo ha pubblicato i dati ufficiali degli ingressi. Secondo gli organizzatori sono effettivamente 6,1 milioni i visitatori entrati a vedere Expo nei primi due mesi della manifestazione – i numeri vengono dai tornelli all’ingresso, che registrano elettronicamente il passaggio – ed è stata fornita anche la percentuale di quelli serali – col biglietto da 5 euro – che è il 15 per cento del totale (915mila persone).

Il comunicato stampa dice anche che fino a fine giugno sono stati già emessi 8 milioni e 450mila biglietti: sono quelli già venduti a singoli visitatori e non quelli che passano tramite le agenzie di viaggio e i tour operator, e che quindi devono ancora essere effettivamente rivenduti. Compresi anche questi ultimi, i biglietti venduti erano 15,6 milioni al 30 giugno. Questi dati sono stati confermati dalla società di revisione Deloitte Consulting, che ha certificato tutti i dati contrattuali delle trattative sui biglietti. Per arrivare all’obiettivo di 20 milioni di visitatori entro fine ottobre bisogna sperare che, come avviene di solito per questo genere di eventi, il numero dei visitatori aumenti progressivamente arrivando al picco tra settembre e ottobre, prima della chiusura.

Anche alcune nazioni hanno reso ufficiali alcuni numeri riguardanti gli ingressi ai loro padiglioni: nei primi due mesi il cluster del caffè è stato visitato da due milioni di persone, mentre un milione di persone sono salite sulla rete del Brasile; il padiglione degli Stati Uniti ha raggiunto il primo milione già il 25 giugno, la Francia registra 18.000 ingressi medi giornalieri mentre il Padiglione Zero ha tra i 15.000 ed i 20.000 visitatori al giorno.

Dai dati ci si può fare anche un’idea di come la gente raggiunga Expo, visto che ci sono tantissimi modi per arrivare a Rho, tra metropolitana, treno, autobus e tram (per chi vuole c’è anche l’elicottero). La metropolitana – che arriva all’ingresso Ovest di Truilza, all’inizio del Decumano – è usata dal 25-30 per cento dei visitatori; la rete ferroviaria (Trenord e Trenitalia, ma anche Italo e le linee ferroviarie straniere) viene utilizzata da un altro 30 per cento; i bus privati per il 25 per cento. La restante parte utilizza i parcheggi di Expo arrivando in macchina, oppure le navette messe a disposizione dagli hotel, gli autobus di operatori privati, i taxi e le macchine con conducente.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.