Stephen Curry durante la parata. (Stephen Lam/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 20 Giugno 2015

La parata dei Golden State Warriors per il titolo NBA

C'erano almeno 500 mila persone (e Riley Curry, ovviamente), per festeggiare una cosa che a Oakland non si vedeva da un bel pezzo

Stephen Curry durante la parata. (Stephen Lam/Getty Images)

Venerdì 19 giugno almeno 500 mila tifosi dei Golden State Warriors hanno assistito alla parata della squadra per le strade di Oakland, in California, organizzata dopo la vittoria delle finali NBA martedì scorso, quarant’anni dopo l’ultimo titolo. I giocatori dei Golden State Warriors hanno sfilato su sei pullman scoperti: poi sono arrivati davanti al centro congressi di Oakland, dove era stato montato un palco sul quale i giocatori più noti e l’allenatore Steve Kerr hanno parlato ai tifosi. Con Stephen Curry c’erano la moglie Ayesha e la figlia Riley, che ha attirato su di sé molte attenzioni durante i playoff. Durante la parata c’è stata una sparatoria a pochi isolati dal luogo dove i tifosi stavano festeggiando: tre uomini sono rimasti feriti, ma la polizia non ha ancora chiarito se fosse collegata alla parata.