Ernie Chambers, senatore del Nebraska, al Parlamento durante la discussione sull'abolizione della pena di morte, il 27 maggio, 2015. (AP Photo/Nati Harnik)
  • Mondo
  • mercoledì 27 Maggio 2015

Il Nebraska ha abolito la pena di morte

È il diciannovesimo stato americano a farlo, il primo a maggioranza repubblicana da oltre 40 anni

Ernie Chambers, senatore del Nebraska, al Parlamento durante la discussione sull'abolizione della pena di morte, il 27 maggio, 2015. (AP Photo/Nati Harnik)

Il Parlamento dello stato americano del Nebraska ha approvato l’abolizione della pena di morte. Il Nebraska è diventato il diciannovesimo stato americano ad abolire la pena di morte, e il primo a maggioranza repubblicana dal 1973, quando il North Dakota approvò un provvedimento simile.

Il Parlamento aveva già votato e approvato per tre volte una legge che prevedeva l’abolizione della pena di morte. Poi però il governatore del Nebraska, il repubblicano Pete Ricketts, aveva usato il suo potere di veto per bloccare la legge. La legislazione statale prevede che il Parlamento stesso possa superare il veto posto dal governatore, se si esprimono in tal senso almeno 30 deputati. Mercoledì si è tenuta l’ultima votazione e 30 deputati hanno votato per superare il veto di Ricketts. In Nebraska ci sono dieci uomini nel braccio della morte, ma l’ultima esecuzione risale al 1997.