Waco, Texas, Stati Uniti (AP Photo/Jerry Larson)
  • Mondo
  • lunedì 18 Maggio 2015

La sparatoria tra motociclisti in Texas

Nove persone sono morte e più di 100 sono state arrestate dopo uno scontro molto violento tra 5 bande rivali in un centro commerciale

Waco, Texas, Stati Uniti (AP Photo/Jerry Larson)

Nove persone sono state uccise e più di cento sono state arrestate dopo una sparatoria tra bande rivali di motociclisti a Waco, in Texas (Stati Uniti), avvenuta nel pomeriggio di domenica (in Italia era notte). Lo scontro è avvenuto nei pressi del Twin Peaks Sport Bar and Grill, un ristorante che si trova all’interno di un centro commerciale di solito molto frequentato e poco distante dalla University High School. Secondo la polizia nella zona c’erano almeno 200 motociclisti appartenenti a cinque bande, con diversi precedenti.

Stando alle ricostruzioni fatte finora, prima della sparatoria ci sarebbe stata una rissa con calci, pugni e l’uso di mazze e catene. In un secondo momento alcuni motociclisti hanno estratto alcuni coltelli e in seguito le pistole. Nella zona erano già presenti diverse automobili della polizia, arrivate al ristorante dopo che si era diffusa la notizia della presenza delle bande rivali. Alcuni motociclisti si sono prima sparati gli uni contro gli altro, in seguito si sono scontrati con la polizia che ha risposto al fuoco. In pochi secondi sono state esplose decine di colpi, ma non ci sono notizie di feriti tra i passanti.

Otto persone sono state uccise sul colpo, mentre una nona è morta dopo essere stata portata in ospedale con ferite piuttosto gravi. In tutto sono state ricoverate quasi 20 persone, con ferite di vario tipo da arma da taglio. La polizia ha inoltre sequestrato un centinaio di armi di vario tipo ai motociclisti, ma ha deciso di non diffondere i nomi delle bande rivali che hanno portato alla sparatoria per “non fare pubblicità alle loro attività criminali”. Secondo Associated Press tutte le nove persone uccise facevano parte della banda “Banditos or Cossack”.

Negli Stati Uniti il fenomeno delle bande di motociclisti risale agli anni immediatamente dopo la Seconda guerra mondiale. I membri delle bande, che contano spesso centinaia di persone, fanno lunghi itinerari con le loro motociclette e si dicono anticonformisti, contrari alle leggi degli stati e fedeli solo alle regole del loro gruppo. Anche per questo motivo negli Stati Uniti queste bande sono considerate “fuori legge” e vengono tenute sotto controllo dalla polizia. Storicamente alcune bande hanno fatto parte del crimine organizzato; la forte rivalità tra i diversi gruppi porta a scontri piuttosto violenti, come quello avvenuto ieri in Texas.