• cit
  • mercoledì 29 Aprile 2015

Una vita in tre righe

«William Stoner si iscrisse all’Università del Missouri nel 1910, all’età di diciannove anni. Otto anni dopo, al culmine della prima guerra mondiale, gli fu conferito il dottorato di ricerca e ottenne un incarico presso la stessa università, dove restò a insegnare fino alla sua morte, nel 1956»

L’incipit di Stoner, romanzo scritto dallo statunitense John Williams nel 1965. All’epoca non ebbe molto successo e vendette poche migliaia di copie. È stato riscoperto recentemente dopo che la casa editrice New York Review Books l’ha ristampato nel 2003. È diventato uno dei fenomeni letterari degli ultimi anni, tanto che il New Yorker l’ha definito «il più grande romanzo americano che non avete mai sentito nominare». In Italia è stato pubblicato da Fazi editore nel 2012, nella traduzione di Stefano Tummolini.