• Italia
  • lunedì 27 aprile 2015

Tutto sullo sciopero dei mezzi pubblici a Milano e Roma di domani, martedì 28 aprile

Riguarderà gli aderenti a diversi sindacati e avrà orari diversi nelle due città: tutte le cose da sapere

Uno sciopero dei mezzi di trasporto pubblico è stato indetto da diversi sindacati a Milano e Roma per domani, martedì 28 aprile.

A Milano lo sciopero è stato indetto da Cub Trasporti e riguarderà il personale ATM viaggiante e di esercizio: potrà causare disagi e rallentamenti di tram, metro e autobus dalle 8.45 di mattina alle 15. Anche i dipendenti della società Nord Est Trasporti – che gestisce il trasporto pubblico della città di Monza – sciopereranno negli stessi orari. Lo sciopero di martedì 28 è stato indetto per protestare contro il potenziamento previsto per i mezzi pubblici di Milano durante l’EXPO ed è stato indetto dopo che il 14 aprile il prefetto di Milano aveva precettato i lavoratori in occasione di un altro sciopero indetto per gli stessi motivi.

A Roma invece lo sciopero – indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Uil, Sul e Usb Trasporti – riguarderà i dipendenti delle società Roma Tpl e Cotral e potrà causare problemi alla circolazione dei mezzi tra le 8.30 e le 17 e dopo le 20 fino a fine turno: i servizi sulle linee operate da ATAC e Ferrovie dello Stato – i cui dipendenti non aderiranno allo sciopero – saranno invece regolari. Il personale di Cotral, inoltre, sciopererà anche nella provincia di Rieti per 4 ore tra le 11.30 e le 15.30.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.