• Mondo
  • giovedì 23 Aprile 2015

David Petraeus è stato condannato

Dovrà pagare una multa di 100.000 dollari e avrà 2 anni di libertà condizionata per la vecchia storia dei documenti segreti che aveva passato alla sua amante

David H. Petraeus, ex generale dell’esercito statunitense ed ex capo della CIA, è stato condannato a una multa di 100,000 dollari (circa 92.000 euro) e due anni di libertà condizionata per aver condiviso con la sua amante documenti riservati. Petraeus si è dichiarato colpevole di aver conservato senza permesso alcuni documenti riservati in otto diversi taccuini e di averli poi lasciati consultare alla sua amante, Paula Broadwell, che nel 2012 stava raccogliendo materiale per scrivere la sua biografia.

La condanna è arrivata al termine di una lunga – e mediaticamente molto seguita – indagine dell’FBI su un più ampio scandalo legato alla CIA. Il filone di indagine che ha portato alle dimissioni di Petraeus prima e alla condanna ora iniziò dopo che l’FBI durante una perquisizione a casa di Paula Broadwell trovò diversi documenti militari riservati. Molti assistenti di Petraeus spiegarono poi che nel corso degli anni, in molte occasioni, avevano consegnato materiale riservato a Broadwell su ordine di Petraeus. Spostare informazioni segrete dai luoghi in cui sono custoditi dal governo, così come fornire queste informazioni a persone che non sono autorizzate a riceverle, è un crimine.

David Petraeus ha 62 anni ed è stato uno dei comandanti militari più importanti, apprezzati e celebrati della storia degli Stati Uniti, capo della missione militare internazionale in Iraq dall’inizio del 2007 alla fine del 2008, poi dell’ISAF (la missione in Afghanistan) dal luglio 2010 al luglio 2011. Nell’agosto 2011, per poter diventare direttore della CIA, Petraeus si era ritirato dall’esercito.