I cimeli dell’allunaggio di Armstrong

Li ha trovati sua moglie in una borsa lasciata in un armadio dopo che era morto: sono stati sulla Luna nel 1969 e tornati

Carol Held Knight, moglie dell’astronauta statunitense Neil Armstrong, che fu il primo uomo a camminare sulla Luna nell’estate del 1969, ha trovato l’anno scorso in un armadio una borsa bianca contenente diversi strumenti e attrezzature tecniche, conservati dal marito morto nel 2012 e dei quali ignorava l’esistenza in casa propria. La vedova Armstrong si è quindi messa in contatto con Allan Needell, che si occupa delle collezioni sulle missioni Apollo per conto dello Smithsonian’s National Air and Space Museum, e gli ha mandato alcune fotografie degli oggetti trovati.

Con sua sorpresa, Needell si è reso conto che la busta bianca conteneva in effetti diversi cimeli riconducibili all’Apollo 11, la missione che portò al primo allunaggio nella storia dell’umanità. E si è messo in contatto con diversi storici e specialisti per ricostruire che cosa fossero e a che cosa servissero: scoprendo che i diversi oggetti erano stati portati proprio sulla Luna all’interno dell’Eagle, il modulo lunare che portò sulla superficie della Luna Armstrong e il suo collega Buzz Aldrin. Si tratta quindi di alcuni dei pochi oggetti a essere allunati e trasportati indietro sulla Terra (l’Eagle dopo la ripartenza fu lasciato in orbita intorno alla Luna e i due astronauti tornarono nel modulo di Comando dove li attendeva Michael Collins).

Secondo Needell e i suoi colleghi gli oggetti ritrovati nell’armadio di Armstrong hanno un enorme valore storico. Tra i pezzi più importanti c’è una cinepresa da 16mm con lenti da 10mm. Era montata per inquadrare l’esterno da uno degli oblò dell’Eagle e fece le riprese delle ultime fasi della discesa sul suolo lunare. Fu anche utilizzata per filmare le passeggiate lunari di Armstrong e Aldrin sulla Luna, compreso il momento in cui piantarono la bandiera degli Stati Uniti.

Tutti i cimeli sono stati donati dalla famiglia Armstrong al National Air and Space Museum, che effettuerà ulteriori ricerche nei prossimi mesi. È probabile che a un certo punto sia anche allestita una mostra per renderli visibili direttamente al pubblico. A quanto pare Armstrong non disse mai a nessuno di essersi tenuto la busta bianca con quel materiale, nei 43 anni successivi al suo piccolo passo per un uomo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.