• Media
  • venerdì 26 Dicembre 2014

L’euforico corrispondente di BBC alle prese con un incendio di stupefacenti – video

Sta circolando molto un video di 4 anni fa di Quentin Sommerville, mai andato in onda, in cui il giornalista fatica molto a restare serio mentre gira un servizio sulla distruzione di tonnellate di droga

Quentin Sommerville è un giornalista di BBC conosciuto per i suoi reportage da alcune delle zone più pericolose del Medio Oriente, dove lavora come corrispondente per l’emittente britannica. Negli ultimi giorni Sommerville si è fatto conoscere più che altro per un video – che lui stesso ha condiviso su Twitter e che sta circolando molto – nel quale appare visibilmente euforico a causa dell’inalazione dei fumi di alcune tonnellate di stupefacenti incendiati per procedere alla loro distruzione.

Il video, girato per BBC e mai trasmesso prima, risale a quattro anni fa e fu girato in Afghanistan per raccontare una delle frequenti iniziative delle autorità locali per contrastare la produzione degli stupefacenti, contrabbandati dal paese in diverse parti del mondo. Sommerville inizia a parlare davanti all’incendio, ma dopo poche parole inizia a ridere. Dopo un altro tentativo, dice al suo cameraman che devono fare in fretta, ma poco dopo scoppia di nuovo a ridere e altrettanto fa la persona che si deve occupare delle riprese.

Sommerville ha condiviso il video con un tweet, poi rimosso, nel quale spiegava alle persone che lo seguono che “questo è stato un anno di proiettili e sangue, vi siete guadagnati una risata per Natale, a mie spese”. Il messaggio è stato in seguito rimosso, così come la versione originale del video, perché il materiale girato è coperto da copyright, anche se non era mai stato trasmesso prima. Online si trovano comunque decine di copie dell’originale, realizzate pochi minuti dopo la sua diffusione.

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali