• blog
  • martedì 16 dicembre 2014

Segna ics sulla casella

Sono infine online, pronte, belle e gratis, le app del Post per smartphone e tablet, iOS e Android

Abbiamo fatto la app del Post.
Adesso voi direte “alla buon’ora”, non senza ragione. In realtà avevamo già fatto un paio di esperimenti negli anni passati.
Cominciammo a studiare il modo migliore per avere un’app del Post all’altezza del Post dal primo giorno, ma ogni volta che chiudevamo delle riflessioni e delle scelte, le cose erano già cambiate: il modo di usare le app, il modo di usare il mobile, i modi con cui leggiamo e ci informiamo. Con le cose nuove è così, che ogni mese rivoluziona quel che si pensava il mese prima. Ci è voluto quindi un po’ di tempo perché potessimo osservare meglio le app e noi stessi – noi stessi lettori e noi stessi Post – e sedimentare dei meccanismi che adesso ci convincono: molta semplicità, ordine, e il ritorno al concetto della timeline, che dai blog in poi ha conosciuto fortune e decadenze ma oggi ci sembra tornato il più utile per un uso frequente e continuato come quello dei social network o delle app su mobile. Un uso che non confonda le idee e non stanchi, e intanto mostri il meglio. E poi abbiamo investito ancora sulle immagini, che un tempo si pensava potessero perdere rilievo sul mobile per via delle dimensioni, e invece la qualità degli schermi le ha mantenute protagoniste e rese più spettacolari ancora: e per il Post sono una priorità da sempre.
Grazie ai nostri complici di Banzai ora – fino alla prossima rivoluzione, dopodomani –  quella che si può scaricare gratis (iOS e Android) è una buona app, utile, chiara, bella, pensata per essere semplice invece che troppo densa: di quelle che noi stessi usiamo più volentieri (ma stiamo prendendo nota delle richieste sulle funzioni che abbiamo scelto di tenere da parte). Che è il modo con cui facciamo il Post: come se ne fossimo i lettori.

TAG: ,

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.