I poster alternativi di “Storie pazzesche”

È il film dell'argentino Damián Szifron, prodotto da Pedro Almodovar: un art director ha fatto una serie di poster sullo stile del grande Saul Bass

L’art director Federico Mauro – di cui abbiamo pubblicato diversi lavori qui sul Post – ha realizzato, oltre al poster ufficiale, una serie di poster alternativi per il film Storie pazzesche, che uscirà in Italia l’11 dicembre.

Storie pazzesche è un film argentino diviso in sei episodi, scritto e diretto da Damián Szifrón e prodotto dal regista spagnolo Pedro Almodovar e da suo fratello Agustin (con la loro casa di produzione “El Deseo”): tutti gli episodi ruotano attorno al tema dello “stress moderno” e raccontano i diversi modi di reagire a un torto subito, con i protagonisti che passano dal ruolo di vittima a carnefice e viceversa. Del cast fanno parte, tra gli altri, Ricardo Darín (Il segreto dei suoi occhi) e Darío Grandinetti (protagonista del film di Almodovar Parla con lei). Storie pazzesche ha avuto un grande successo in Argentina, con più di 3 milioni di spettatori, e rappresenterà il paese per l’Oscar al Miglior film straniero.

I poster realizzati da Federico Mauro si rifanno allo stile del grande Saul Bass, considerato uno dei più importanti graphic designer di sempre, e in modo particolare al famosissimo poster del film di Alfred Hitchcock Vertigo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.