• TV
  • mercoledì 26 novembre 2014

Cosa sarà Agon Channel

Un nuovo canale tv comincia le trasmissioni stasera: trasmette dall'Albania per contenere i costi e ha assunto un mucchio di vecchie glorie

Stasera alle 21 comincerà a trasmettere – sul canale televisivo 33 del digitale terrestre – Agon Channel, un nuovo canale televisivo generalista di proprietà di Francesco Becchetti, un imprenditore italiano di 48 anni. Alle 21 andrà in onda una specie di “galà” di presentazione, che sarà condotto da Simona Ventura e conterrà un’intervista della stessa Ventura all’attrice australiana Nicole Kidman: il palinsesto regolare inizierà invece dal primo dicembre. La cosa particolare di Agon Channel è che per contenere i costi di produzione trasmetterà dall’Albania: mentre la sua sede legale è in Italia, il suo centro di produzione è infatti situato a Tirana, dove lo stesso gruppo ha aperto da circa un anno un canale dallo stesso nome – “Agon” in albanese significa “alba” – ma rivolto al pubblico albanese (e i cui programmi ricordano molto famosi format italiani come Striscia la notizia e Che tempo che fa).

Agon Channel ha assunto diversi personaggi televisivi molto popolari in Italia fra gli anni Novanta e Duemila: fra loro ci sono Sabrina Ferilli, Pupo, Lory Del Santo e Maddalena Corvaglia. Il direttore della divisione giornalistica del canale sarà invece Antonio Caprarica, 63enne ex storico corrispondente RAI da numerose città estere come Londra e Mosca. Becchetti ha detto che «questa è una squadra di altissimo livello, rubata alla concorrenza».

Dall’inizio
Becchetti ha 48 anni e ha progetti lavorativi in Albania già dagli anni Novanta. Racconta il Sole 24 Ore che è amministratore delegato della Beg Becchetti Energy Group, che gestisce perlopiù «impianti idroelettrici e centri integrati per il trattamento e la valorizzazione dei rifiuti solidi urbani, sia in Italia che all’estero». Becchetti è noto anche per essere il nipote di Manlio Cerroni, 88enne potente imprenditore romano e proprietario della grande discarica di Malagrotta, situata vicino Roma e chiusa nel 2013 da Ignazio Marino.

Recentemente si è parlato di Becchetti per il tentativo di acquistare la squadra di calcio del Bologna (poi comprata da una cordata di imprenditori nordamericani) e per avere aperto Agon Channel. I giornali hanno riportato che Becchetti ha investito circa 40 milioni di euro nella rete: lo stesso Becchetti ha detto di sperare di ottenere entro il primo anno circa l’1 per cento di share (cioè più o meno quanto realizzato nel 2013 da Rai 4, il principale dei canali “secondari” della RAI) e una raccolta di pubblicità per 20 milioni di euro.

Secondo il Sole 24 Ore la scelta di produrre in Albania è stata pensata per ridurre «i costi del personale amministrativo e tecnico» (l’ex direttore editoriale di Agon Channel albanese, Alessio Vinci, aveva detto che produrre una trasmissione «di qualità» costa «un decimo» in Albania rispetto all’Italia). Il Corriere della Sera racconta che i due canali, quello albanese e quello italiano, «condividono la stessa struttura produttiva: tre studi televisivi, le scenografie che vengono montate e smontate a seconda del programma, 18 sale di montaggio di cui 11 parcheggiate in container perché lo spazio va ampliato, 150 persone che lavorano in ognuna delle due reti, una decina gli italiani arrivati apposta in pianta stabile, gli altri invece sono albanesi che conoscono l’italiano o italiani che vivono qui». Becchetti ha detto che a un anno dalla nascita del canale albanese questo aveva dato lavoro «a circa 500 giovani di cui il 70-80 per cento sono albanesi e felici di guadagnare uno stipendio che è il doppio della media nazionale». 

Cosa trasmetterà il canale italiano
Un comunicato della stessa Agon Channel ha spiegato che il proprio canale italiano sarà «un canale generalista che propone una programmazione al 100% inedita per la tv italiana e che si rivolge in modo particolare alla fascia di giovani adulti (18-55 anni)». Non saranno trasmessi film bensì numerosi «talent/reality show, game show, varietà e talk show». Nei mesi scorsi si sono svolti dei casting in diverse città italiane per selezionare giornalisti, attori, modelli e possibili partecipanti a reality.

L’attrice Sabrina Ferilli condurrà uno dei programmi di prima serata del nuovo canale: sarà un talk show, si chiamerà Contratto e ciascuna puntata conterrà un’intervista a un personaggio politico, a un attore o a uno sportivo. Il cantante Pupo – che avrà anche la carica di “capo progetto del settore game show” della rete – condurrà un quiz musicale a cadenza giornaliera. Maddalena Corvaglia, ex velina di Striscia la notizia, condurrà un reality show incentrato sul mestiere della guardia del corpo. Ci sarà poi un talent show intitolato Leyton Orient: 11 giovani calciatori italiani saranno selezionati per comporre parte della rosa di un’omonima squadra – di proprietà dello stesso Becchetti – che gioca nell’equivalente inglese della Lega Pro italiana (la vecchia Serie C). Non è ancora chiaro se a condurre il programma sarà Simona Ventura, che però ha detto di essere interessata al progetto e di avere «un’idea ben precisa» riguardo al “calciatore del futuro”.

Il telegiornale di Agon Channel si chiamerà Agon News e sarà diretto da Antonio Caprarica: Agon Channel ha fatto sapere che andrà in onda ogni due ore, per circa 15 minuti, «da uno studio interattivo tridimensionale che a livello scenografico riproduce Times Square». Il responsabile della redazione sportiva di Agon News sarà Giancarlo Padovan, ex direttore del quotidiano sportivo Tuttosport.

foto: Gian Mattia D’Alberto / LaPresse

Mostra commenti ( )