• Mondo
  • martedì 3 giugno 2014

Giurare sul Kindle

L'ambasciatrice americana in Svizzera ha prestato giuramento su una copia digitale della Costituzione: una scena che vedremo sempre più spesso

di Brian Fung – Washington Post

I libri di carta sono in declino. Nel 2008 il mercato dei libri negli Stati Uniti aveva un valore superiore ai 15 miliardi di dollari (circa 11 miliardi di euro). Ora ha un valore più vicino ai 10 miliardi di dollari e ci si aspetta che continui a diminuire, finché nel 2017 eguaglierà quello delle vendite di e-book a circa 8 miliardi di dollari.

Con l’aumento della loro circolazione, non sarà sorprendente vedere sempre più funzionari pubblici prestare giuramento usando un lettore di e-book. Lunedì 2 giugno Suzi LeVine è diventata la prima ambasciatrice degli Stati Uniti a prestare giuramento usando un lettore di e-book.

LeVine ha giurato su una copia digitale della Costituzione degli Stati Uniti contenuta in un Kindle Touch, il lettore di e-book di Amazon. E non è la prima volta in assoluto in cui un lettore di e-book rimpiazza il suo predecessore cartaceo: lo scorso febbraio un gruppo di vigili del fuoco del New Jersey prestò giuramento su una versione della Bibbia per iPad, poiché nessuno riusciva a trovarne una copia cartacea; il mese prima un funzionario di Long Island aveva fatto la stessa cosa.

giuramento(Foto tratta da qui)

Potrebbe non passare molto tempo prima di vedere un presidente giurare poggiando la sua mano su uno schermo e dei pixel. Certamente ci saranno sempre i nostalgici che preferiranno la versione tradizionale del giuramento: come John Brennan, che quando nel marzo del 2013 giurò come nuovo capo della CIA, lo fece su una prima stesura originale della Costituzione, scritta a mano e con annotazioni di George Washington.

©2014 – The Washington Post