Illusioni ottiche sulla sabbia

Un gruppo di artisti disegna barche, scalinate e paesaggi tridimensionali su una spiaggia in Nuova Zelanda

3D Sand Drawing (3DSD) è un gruppo creato da tre artisti che vivono a Mt Maunganui, in Nuova Zelanda, e che realizzano disegni tridimensionali sulla sabbia. In particolare i tre utilizzano la tecnica dell’anamorfismo, in cui l’immagine viene proiettata su un piano in modo distorto ed è riconoscibile soltanto se guardata da lontano e da una determinata posizione. Gli artisti provengono da paesi e formazioni diverse: Constanza Tagini Nightingale è cilena, Jamie Harkins neozelandese e David Rendu francese. Nightingale si occupa soprattutto di dipinti a olio, David Rendu è uno scultore e Harkins è un pittore che si serve di colori molto vivaci, con un forte contrasto tra luci e ombre.

L’idea di realizzare disegni tridimensionali sulla sabbia è venuta a Harkins, che si è ispirato ai dipinti e murales di strada in 3D, e che ha coinvolto i suoi due amici per formare il gruppo 3DSD. Le opere sono realizzate nello stesso tratto di spiaggia, tra Mt Maunganui e Matakana Island, e raffigurano paesaggi tridimensionali, sport e scene circensi. Ultimamente hanno iniziato a coinvolgere anche le persone, che fingono di guidare una barca a vela o fanno skateboard su una struttura geometrica disegnata sulla sabbia. In questo modo i lavori di 3DSD coinvolgono e divertono ancora di più le persone che in spiaggia si fermano a osservarne la realizzazione. Il progetto è anche una riflessione sul tempo e sull’aspetto effimero dell’arte e delle cose: ogni giorno infatti la marea arriva e distrugge i disegni, di cui non resta più traccia se non nelle fotografie. Tutti i lavori di 3DSD si possono guardare sulla pagina Facebook del gruppo.