• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di otto anni

La grave falla di sicurezza di Internet Explorer

Riguarda potenzialmente tutte le versioni dalla 6 alla 11, una soluzione sarà disponibile entro qualche settimana, ma non per Windows XP: cosa fare

Aggiornamento del 2 maggio 2014
Microsoft ha messo a disposizione un aggiornamento per tutte le versioni di Internet Explorer interessate dalla grava falla di sicurezza. A differenza di quanto aveva annunciato nelle settimane scorse sulla fine del supporto per Windows XP, la società ha diffuso un aggiornamento che può essere installato anche su quella versione del suo sistema operativo. L’eccezione è stata fatta perché il supporto per Windows XP è scaduto da poche settimane, ha spiegato una portavoce di Microsoft.

— — —

Nel fine settimana, Microsoft ha diffuso un avviso di sicurezza per una grave falla nel suo software che riguarda potenzialmente tutte le versioni di Internet Explorer dalla 6 alla 11. Si tratta di un errore nel codice piuttosto pericoloso, grazie al quale un utente malintenzionato potrebbe ottenere a distanza il controllo del computer su cui è presente la falla: facendo visitare un sito appositamente modificato per sfruttare l’errore, potrebbe installare in remoto programmi, vedere e cancellare dati.

Microsoft dovrebbe risolvere il problema entro un paio di settimane, attraverso un aggiornamento automatico per i suoi sistemi operativi più recenti. Salvo cambiamenti, il problema resterà per chi usa Windows XP, sistema operativo che ha ormai oltre 12 anni e per il quale l’assistenza è terminata l’8 aprile scorso. Windows XP è ancora installato su decine di milioni di computer in giro per il mondo e la falla di sicurezza da poco comunicata è la prima a interessare il sistema operativo da quando Microsoft ha deciso di non aggiornarlo più.

In attesa degli aggiornamenti per le versioni di Windows da Vista in poi, è consigliabile utilizzare un altro browser per navigare online, come Chrome, Firefox od Opera. Ma non tutti possono passare a un browser alternativo, soprattutto sui computer del lavoro, dove magari sono installate particolari personalizzazioni di Internet Explorer per utilizzare applicazioni aziendali. In questo caso Microsoft ha messo a disposizione una serie di istruzioni per aggirare il problema, che resta comunque anche di competenza dei vari responsabili delle reti aziendali, che di solito applicano ulteriori sistemi di sicurezza al browser.

Chi usa Windows XP, e non intende passare a un nuovo sistema operativo, può ovviare al problema utilizzando Chrome, Firefox o altri browser che funzionano ancora su quella versione di Windows. È probabile che nei prossimi mesi saltino fuori altre falle di sicurezza che interessano anche Windows XP e per le quali non ci saranno aggiornamenti, quindi può essere il caso di pensare ad aggiornare il proprio sistema operativo. Per passare a un Windows nuovo potete iniziare da qui, seguendo le indicazioni di Microsoft. Se non volete spendere qualche soldo per un nuovo sistema operativo, o avete un computer troppo lento per sostenere del nuovo software, potete provare una distribuzione di Linux, come per esempio Ubuntu.