• Mondo
  • mercoledì 23 Aprile 2014

Le foto della visita di Obama a Oso

Il presidente è andato nella piccola città a nord di Seattle dove sono diventati 41 i morti accertati per una grande frana

Martedì 22 aprile il presidente statunitense Barack Obama ha visitato le zone intorno a Oso, nella contea di Snohomish, a nord di Seattle nello Stato di Washington (Stati Uniti), dove il 23 marzo scorso c’è stata una grande frana che ha causato la morte accertata di 41 persone. Obama ha sorvolato in elicottero la zona per vedere i danni provocati dalla frana e poi ha incontrato privatamente per più di un’ora le famiglie di Oso, e ha fatto un discorso pubblico alla sede dei vigili del fuoco, dove ha detto: «Volevo che sapeste che il paese sta pensando a voi, e tutta questa tragedia. Non andiamo da nessuna parte. Staremo qui finché le condizioni lo richiederanno». Dopo la visita a Oso, Obama è ripartito per un viaggio ufficiale di circa una settimana in diversi paesi dell’Asia orientale, tra cui Giappone, Corea del Sud e Filippine.

La frana aveva coperto un’area ampia circa 2,6 chilometri quadrati e la massa di terra arrivata a valle in alcuni punti aveva raggiunto uno spessore di 4,5 metri. La terra e il fango avevano travolto e sommerso decine di case, capanne e veicoli e per giorni interi i vigili del fuoco locali avevano lavorato – con parecchie difficoltà – per recuperare le persone disperse. Ancora oggi, ha spiegato il governo locale della contea di Snohomish, due persone rimangono disperse.