• Mondo
  • giovedì 6 Febbraio 2014

Il video del cane militare catturato dai talebani afghani

Si chiama Colonel, è finito nelle mani dei talebani alla fine di dicembre ed è il primo cane a essere usato in un video di propaganda

Mercoledì i talebani afghani hanno diffuso un video che mostra un cane al guinzaglio circondato da militanti che imbracciano diverse armi sequestrate alle forze armate del contingente internazionale in Afghanistan. Un portavoce dei talebani, Zabiullah Mujahid, ha detto che il cane è stato catturato verso la fine di dicembre 2013 dopo un lungo scontro a fuoco tra le forze internazionali e i militanti talebani nel distretto di Alin Nigar, della provincia di Laghman, nell’Afghanistan orientale. Secondo i talebani, al momento della cattura il cane, di nome Colonel per il suo grado militare, era equipaggiato con un dispositivo di tracciamento GPS, una torcia e una piccola telecamera. Il portavoce della coalizione militare internazionale in Afghanistan, il tenente colonnello Will Griffin, ha confermato giovedì con una mail che un cane del contingente internazionale è stato perso durante un’operazione militare attorno al 23 dicembre.

Rita Katz, analista del SITE Intelligence Group (gruppo specializzato nello studio di forme di propaganda di movimenti terroristici), ha detto che l’uso di un cane all’interno di un video di propaganda di questo tipo non ha precedenti in Afghanistan. C’è invece un precedente in Iraq, dove diverso tempo fa venne diffuso un video che suggeriva la possibilità di usare un cane per compiere un attentato suicida.

Come ha spiegato il Washington Post, i soldati delle Forze Speciali statunitensi usano spesso pastori tedeschi, labrador e spaniel, che sono particolarmente agili e resistenti: vengono addestrati soprattutto per fiutare gli esplosivi e per trovare sostanze stupefacenti.