• Mondo
  • mercoledì 29 Gennaio 2014

Le foto della siccità in California

È la peggiore da un secolo, dice il governatore, che ha chiesto ai cittadini di ridurre del 20% i loro consumi

La California è alle prese con quella che il governatore Jerry Brown ha definito «forse la peggiore siccità» da quando lo Stato ha iniziato a misurarla e registrarla, 119 anni fa. I fiumi e le riserve idriche sono molto al di sotto della norma e Brown ha dichiarato lo stato di emergenza, invitando gli abitanti a ridurre il consumo di acqua del 20 per cento. In California gennaio e febbraio sono di solito i mesi più piovosi, ma gli ultimi giorni sono stati molto secchi: alcune riserve sono quasi vuote, i pozzi si stanno prosciugando e le autorità hanno detto che 17 città rischiano di restare senz’acqua nel giro di 60-120 giorni.

La scorsa settimana un incendio vicino Los Angeles ha distrutto cinque case e si sta dirigendo verso la Angeles National Forest. In una riserva vicino a Sacramento il livello dell’acqua è sceso fino a far riaffiorare le rovine della città fantasma di Gold Rush, allagata e sommersa da un lago alla fine degli anni Cinquanta. Il 2013 è l’anno in cui è piovuta meno acqua da quando la California è diventata uno stato nel 1850: il governo sta pensando di far arrivare acqua con gli autotrasporti, scavare nuovi pozzi, o collegare i sistemi idrici a rischio con quelli più forniti ed efficienti.