• Mondo
  • lunedì 6 Gennaio 2014

Una festa a Vila Mimosa

Reportage fotografico da Rio de Janeiro, dove è stata organizzata un'allegra iniziativa tra rifiuti e macchine abbandonate nel malfamato quartiere della prostituzione

Il collettivo musicale brasiliano Wobble e il gruppo swing e new jazz Manie Dansante hanno organizzato una festa di strada a un isolato di distanza da Vila Mimosa, uno dei più famosi quartieri della prostituzione a Rio de Janeiro, in Brasile. Si stima che nel quartiere lavorino circa duemila prostitute, in condizioni igieniche precarie e sottoposte al continuo rischio di violenze da parte dei loro clienti e dei loro sfruttatori. Il quartiere è parecchio malfamato: le uccisioni di prostitute non sono infrequenti, circola droga e la polizia arresta spesso ma inutilmente i trafficanti.

La festa è stata organizzata per avvicinare, anche se momentaneamente, nuova gente al quartiere, portare un po’ di musica e associare una volta tanto il nome di Vila Mimosa a qualcosa di positivo. Il fotografo di Getty Images Mario Tama ha raccontato com’è andata, tra ragazzi che ballano sui tetti delle auto e divani in strada, mentre altri raccolgono lattine e bottiglie di vetro tra la spazzatura, per venderle come materiale riciclabile.