• Cultura
  • venerdì 20 dicembre 2013

I più bei libri del 2013 (visti da fuori)

Mica li abbiamo letti - chi ha tempo? - però abbiamo scelto le migliori copertine

L’importanza della copertina di un libro, gli inglesi l’hanno fatta diventare persino un modo di dire

«Don’t judge a book by his cover»

Che ha lo stesso senso del nostro «Non lasciatevi ingannare dalle apparenze», ma l’immagine è molto più efficace e suggestiva. Anche se, come poi avviene con tutti i modi di dire e proverbi e suggerimenti tradizionali, non è mica vero che le apparenze non contano niente, e non è vero che la copertina di un libro non conta niente. Una buona apparenza e una buona copertina possono rivelare una buona sostanza, oppure possono attenuarne una cattiva. E una bella copertina è da sola una bella cosa, in un libro, e spesso vale l’acquisto: in anni in cui poi non c’è più il tempo di leggerli, i libri, almeno un’occhiata beata alle copertine riusciamo a darla: e se il libro lo abbiamo comprato per quella, non ci sentiamo in colpa di non averlo letto. Certo, c’è sempre quel problema di come metterli nella libreria, i libri, per godere delle copertine: alla fine si vedono sempre solo le costole, e forse invece che parlare delle copertine dovremmo cominciare a fare tutti questi ragionamenti sulle costole: “Non giudicate un libro dalla costola”, e così via. Quasi mai gli editori e gli studi grafici si dedicano alle costole, che alla fine sarà ciò che dei nostri libri vedremo di più, per anni.

Ma tornando alle copertine, quello è un mondo indagato e apprezzato da tempo: ci sono persino premi, come quello raccontato dal Post quest’anno. Anche se bisogna con rammarico dire la banale cosa esterofila che le copertine dei libri italiani danno rare soddisfazioni: alla ricerca delle più belle tra i libri usciti nel 2013 abbiamo convenuto che la maggior parte dei “successi” italiani nella scelta di una bella copertina consistono nell’individuare un’immagine più bella da inserire in una cornice predefinita, con poco progetto e poca creatività. In teoria, una bella copertina di libro, è una copertina “pensata” nel suo complesso e in cui ogni opportunità data dal supporto è sfruttata. Altrimenti ci passa la stessa differenza che passa tra arredare un soggiorno e appendere un bel quadro al muro del soggiorno.

Ecco, abbiamo cercato dei bravi arredatori di soggiorno e li abbiamo trovati: poiché non erano tantissimi, abbiamo invitato anche dei bravi sceglitori di quadri da appendere.
Già, forse questo sono: libri da appendere.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.