• Italia
  • martedì 19 novembre 2013

Le foto dell’alluvione in Sardegna

Soprattutto di Olbia, una delle zone messe peggio dopo gli allagamenti e le frane che hanno causato la morte di 16 persone

Sedici persone sono morte in Sardegna a causa del ciclone che lunedì ha portato sull’isola piogge copiose e venti molto forti. Le province maggiormente interessate sono quelle di Olbia-Tempio, Nuoro e di Oristano, dove si sono verificate le esondazioni di diversi fiumi e torrenti, con conseguenti inondazioni di paesi e città. Le persone evacuate dalle loro case sono oltre 2700. Il governo ha annunciato lo stanziamento di 20 milioni di euro per gestire l’emergenza e ci sono centinaia di volontari e di persone delle forze dell’ordine al lavoro per dare soccorso e riparo agli sfollati. Il primo ministro Enrico Letta ha detto che per la ricostruzione non ci saranno i vincoli del Patto di Stabilità. Centinaia di abitazioni sono rimaste per ore senza corrente elettrica e in alcuni casi isolate a causa dei danni alla rete stradale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.