• Mondo
  • mercoledì 13 Novembre 2013

Il grattacielo più alto degli Stati Uniti

Adesso è ufficialmente il One World Trade Center di Manhattan, che supera di poco (e solo grazie all'antenna) la Willis Tower di Chicago

Martedì 12 novembre il One World Trade Center di Lower Manhattan (conosciuto anche come Freedom Tower), uno degli edifici che hanno preso il posto delle Torri Gemelle distrutte dagli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, è stato dichiarato ufficialmente il grattacielo più alto degli Stati Uniti, superando la Willis Tower di Chicago. La decisione è stata presa e diffusa dal Council on Tall Buildings and Urban Habitat, un organismo internazionale no-profit con sede a Chicago che si occupa, come dice il nome, di edifici alti e di progettazione urbana sostenibile.

Il One World Trade Center è stato ritenuto il grattacielo più alto nonostante abbia sei piani in meno e il tetto sia più basso di circa 30 metri rispetto alla Willis Tower: quello che ha fatto la differenza, secondo l’organizzazione di Chicago, è l’antenna, o meglio, l’interpretazione di cosa sia un’antenna. Entrambi gli edifici hanno un’antenna che parte dal tetto e si alza verso il cielo per molti metri: il Council on Tall Buildings and Urban Habitat normalmente non calcola l’altezza raggiunta dall’edificio con l’antenna, ma considera solo quella fino al tetto. La guglia del One World Trade Center, che arriva a 1776 piedi (541, 3 metri), numero che fa riferimento all’anno di adozione della Dichiarazione di Indipendenza da parte del Congresso, è stata valutata invece come parte integrante dell’edificio. Dopo avere sentito, tra gli altri, i rappresentanti del Port Authority of New York and New Jersey, l’autorità a cui fanno capo i lavori, i membri dell’organizzazione di Chicago hanno stabilito che la guglia è un elemento fondamentale e permanente del design complessivo della struttura, e per questo è stata inclusa nel calcolo dell’altezza dell’edificio.