• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di nove anni

Apple e il problema di iPhone 5C

Si vende poco, i clienti preferiscono spendere poco di più e comprare il 5S: l'idea di metterne in commercio due forse è stata uno sbaglio

Apple sta riducendo gli ordini per la produzione di iPhone 5C, il modello meno costoso del suo smartphone presentato a inizio settembre insieme con il nuovo iPhone 5S. La notizia non è ufficiale, ma è stata confermata da diverse fonti al Wall Street Journal e all’agenzia di stampa Reuters, tra gli altri. Le vendite di iPhone 5C stanno andando meno bene del previsto e secondo gli analisti il problema è il prezzo, troppo vicino a quello del più tecnologicamente avanzato iPhone 5S, che invece sta vendendo bene e per il quale si è reso necessario un aumento della produzione.

Stando alle informazioni raccolte da Reuters, Apple avrebbe comunicato ai suoi principali produttori in Oriente che ridurrà sensibilmente gli ordini di nuovi iPhone 5C da ottobre alla fine dell’anno. Uno dei principali assemblatori di iPhone, Pegatron Corp., avrà una riduzione del 20 per cento degli ordinativi da parte di Apple. Hon Hai Precision Industry, un altro importante assemblatore di iPhone 5C ha ricevuto circa il 30 per cento di ordini in meno. In compenso, per lo stesso periodo, c’è stato un aumento degli ordinativi per iPhone 5S.

Gli analisti non sono comunque molto preoccupati e, a giudicare dall’andamento del titolo in borsa, non lo sono nemmeno gli azionisti. La preferenza per iPhone 5S è una buona notizia per Apple, almeno per il breve periodo: sta facendo incassare più denaro più rapidamente e contribuisce a rafforzare i margini della società, anche in vista della diffusione a fine ottobre dei nuovi dati trimestrali sulle sue finanze.

In media, secondo gli analisti, viene venduto un iPhone 5C ogni due iPhone 5S. I prezzi saranno molto vicini anche in Italia, dove i due nuovi iPhone saranno venduti a partire dal 25 ottobre: iPhone 5S da 16 GB costa 729 euro, contro i 629 euro richiesti per un iPhone 5C sempre da 16 GB. Il 5S ha molte funzioni in più, compresi un processore più potente e un lettore di impronte digitali, mentre il 5C è sostanzialmente una versione rivista di iPhone 5, in vendita da più di un anno.

Apple ha cambiato quest’anno per la prima volta la sua strategia commerciale per iPhone: fino allo scorso settembre, all’arrivo di un nuovo iPhone manteneva in produzione anche il modello precedente, facendolo costare meno. Si poteva quindi scegliere tra un iPhone nuovo e uno vecchio, che però secondo Apple aveva meno attrattive. Per questo motivo ha cambiato strategia, trasformando il vecchio iPhone 5 in un “nuovo” telefono, colorato e meno costoso del nuovo modello. Ma la soluzione non è stata sufficiente per incentivarne l’acquisto.

Nei mesi scorsi il CEO di Apple, Tim Cook, aveva spiegato di essere molto interessato ai mercati orientali, soprattutto quello cinese, per la vendita dei nuovi iPhone. Le vendite di iPhone 5C sono state inferiori al previsto anche in Cina, secondo gli analisti sempre per il problema del prezzo troppo alto e vicino a quello di iPhone 5S. La maggior parte di acquirenti in Oriente, inoltre, tende a spendere pochi euro per un nuovo smartphone. La spesa media è intorno ai 120 euro, una cifra ben distante dal prezzo richiesto per il modello base di iPhone 5C.

Benché le minori vendite rispetto al previsto di iPhone 5C siano state confermate da fonti diverse consultate da diversi giornali e agenzie, è bene ricordare che si tratta di informazioni e dati non ufficiali. Apple comunicherà probabilmente qualche dato ufficiale solo alla fine di ottobre, quando diffonderà i dati sul quarto trimestre dell’anno fiscale e che fa riferimento ai mesi di luglio, agosto e settembre. Le informazioni saranno però parziali, perché i due nuovi iPhone sono stati messi in vendita negli Stati Uniti solo a settembre e non sono ancora venduti in molti altri paesi. Dati più concreti si avranno solo alla fine del prossimo trimestre, quello che comprende il periodo molto proficuo dello shopping natalizio.

Gli analisti si aspettano che Apple abbia venduto 33 – 36 milioni di iPhone tra luglio e settembre. Per il prossimo trimestre le previsioni sono più alte e prevedono una vendita di almeno 50 milioni di nuovi iPhone. Complice il Natale, Apple vedrà probabilmente anche un aumento di vendite per quanto riguarda gli iPad: di recente ha confermato che il prossimo 22 ottobre terrà un nuovo evento speciale, probabilmente per la presentazione di una nuova generazione di tablet.