• Mondo
  • venerdì 13 settembre 2013

Tokyo dall’alto

Fotografie dei luoghi che ospiteranno le Olimpiadi estive del 2020

Sabato 7 settembre il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha scelto Tokyo, in Giappone, come sede delle Olimpiadi del 2020, scartando così le candidature concorrenti di Madrid e di Istanbul. Tokyo ha previsto una serie di investimenti pari a circa 7,6 miliardi di euro, tra infrastrutture, impianti sportivi, alloggi per gli atleti, che saranno finanziati anche da sponsor privati.

A Tokyo le Olimpiadi estive si svolsero già nel 1964. Fu un momento importante nella storia del paese, che era uscito sconfitto dalla Seconda guerra mondiale e che colse l’occasione per dare di sé una nuova immagine: quella di un paese moderno, capace di organizzare con efficienza un grande evento e all’avanguardia nella tecnologia. Gli stadi, le piscine e gli impianti vennero costruiti con criteri moderni e avanzati e gli ingegneri e architetti che li avevano progettati furono richiesti in seguito per altri giochi olimpici.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.