• Mondo
  • mercoledì 28 Agosto 2013

Le nuove foto dell’arresto di Tsarnaev

È accusato degli attentati di Boston: le foto fanno parte di una serie consegnata al Boston Magazine da un poliziotto

Il Boston Magazine ha pubblicato una nuova serie di foto che mostrano la cattura di Dzhokhar Tsarnaev, uno dei due accusati dell’attentato alla maratona di Boston del 15 aprile scorso (l’altro, suo fratello Tamerlan, è morto nell’inseguimento).

Le immagini fanno parte di una serie consegnata alla rivista lo scorso luglio da un fotografo e sergente della polizia del Massachusetts, Sean Murphy: pochi giorni dopo il Boston Magazine ne aveva già pubblicate quattordici che Murphy non era autorizzato a consegnare alla stampa, e per questo motivo era stato “sollevato dall’incarico”. Il sergente aveva detto di avere deciso di consegnare delle immagini perché molto arrabbiato dopo la controversa copertina della rivista Rolling Stone diffusa a metà luglio, dedicata a Dzhokhar Tsarnaev. Questa versione è ripetuta anche nell’articolo che introduce la nuova serie di foto e il magazine aggiunge che Murphy è stato spostato in una caserma della polizia statale nel paesino di Athol, dove gli è stato assegnato il turno di notte.

Le nuove foto sono state scattate da Murphy il 19 aprile e mostrano Tsarnaev che esce dalla barca parcheggiata in un giardino in cui si era nascosto nelle ultime ore della sua fuga, con il viso sanguinante e un laser rosso costantemente puntato alla testa, e i momenti immediatamente successivi in cui viene fatto stendere al suolo e viene circondato dalla polizia e dal personale sanitario. Altre foto mostrano le squadre speciali della polizia per le vie di Boston e una riunione delle forze di sicurezza.

Nelle prime fasi del processo, Tsarnaev si è dichiarato non colpevole per l’attentato del 15 aprile vicino alla linea del traguardo della maratona di Boston, in cui sono morte 3 persone e altre 260 sono state ferite.

Foto: AP Photo/Massachusetts State Police, Sean Murphy