• Mondo
  • lunedì 19 Agosto 2013

Il sequestro a Ingolstadt, in Baviera

Un uomo aveva preso degli ostaggi nel municipio, ma sono stati liberati e sono illesi: nel pomeriggio Angela Merkel aveva annullato la sua visita alla città

Aggiornamento delle 18: secondo il quotidiano tedesco Donaukurier i due ostaggi che erano ancora trattenuti sono stati liberati, e sono illesi: nel corso di questa operazione il sequestratore sarebbe rimasto ferito. Anche Der Spiegel ha confermato la notizia.

Verso le 9 del mattino di lunedì 19 agosto un uomo di 24 anni ha preso in ostaggio quattro persone nel municipio della città bavarese di Ingolstadt, in Germania; di queste, il vicesindaco di Ingolstadt Sepp Misslbeck è stato rilasciato attorno alle 14. Il sequestratore sta attualmente trattenendo ancora due ostaggi e secondo il quotidiano Donaukurier starebbe parlando con uno psichiatra. L’uomo, che secondo la stampa locale è un senzatetto noto alla polizia per diversi crimini compiuti nel corso degli anni, ha detto di essere armato e per il momento non ha fatto alcuna richiesta specifica, a parte per quanto riguarda il cibo (pare abbia chiesto una pizza).

L’edificio, scrive Die Zeit, è sede dell’ufficio del sindaco Alfred Lehmann e dell’ufficio del turismo: l’uomo sarebbe barricato nell’ufficio del vicesindaco, al primo piano dell’edificio. All’arrivo della polizia l’intero palazzo è stato evacuato e secondo la polizia il sindaco non sarebbe tra gli ostaggi.

Nella città di Ingolstadt era prevista per oggi pomeriggio alle 17 una visita del cancelliere Angela Merkel, che però è stata annullata: secondo un comunicato diffuso dalla CDU, il partito di Merkel, la causa dell’annullamento è stato proprio il sequestro in questione, sebbene alla polizia locale non risulti che questo fatto sia in qualche modo collegato alla visita di Merkel. Il cancelliere avrebbe dovuto incontrare il primo ministro bavarese Horst Seehofer e il ministro degli Affari Sociali Christine Haderthauser in vista delle elezioni statali bavaresi che si terranno il 15 settembre 2013. Seehofer è il capo dell’Unione Cristiano-Sociale in Baviera (CSU), alleato storico del partito di Angela Merkel.