• Mondo
  • giovedì 25 Luglio 2013

George H. W. Bush con la testa rasata per solidarietà

La foto dell'ex presidente degli Stati Uniti con in braccio il figlio di un suo agente, che ha due anni ed è malato di leucemia

L’ex presidente degli Stati Uniti George H. W. Bush si è rasato la testa in segno di solidarietà al figlio di un agente che si occupa della sua sicurezza: il bambino si chiama Patrick, ha due anni ed è malato di leucemia. Mercoledì i giornali hanno pubblicato una foto dell’ex presidente, che ha 89 anni, con la testa rasata e il bambino in braccio, scattata nella sua casa estiva di Kennebunkport, in Maine. Gli altri agenti che si occupano della sicurezza di Bush a Kennebunkport hanno organizzato alcuni eventi e aperto un sito per raccogliere fondi per pagare le cure a Patrick. Quando Bush e la moglie Barbara hanno scoperto della malattia del bambino, hanno partecipato alle donazioni; quando gli agenti hanno iniziato a tagliarsi i capelli in segno di solidarietà, l’ex presidente ha deciso di fare lo stesso. La secondogenita dei Bush, Robin, morì di leucemia nell’ottobre del 1953, 60 anni fa, a quasi quattro anni.