• Mondo
  • martedì 16 Luglio 2013

L’immersione di Vladimir Putin in sommergibile

Il presidente russo ha esplorato il relitto di una fregata affondata nel 1869 al largo di San Pietroburgo

Lunedì 15 luglio, il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha partecipato a una immersione al largo di San Pietroburgo per ispezionare il relitto della fregata Oleg, affondata nella zona nel 1869. Putin è salito su un piccolo sommergibile rosso, con un grande oblò panoramico collocato nella sua parte frontale. L’immersione è durata una ventina di minuti ed è stata realizzata in collaborazione con la Società geografica russa (SGO), fondata proprio a San Pietroburgo nel 1845.

L’esplorazione marina di Putin è stata ampiamente documentata dai fotografi, e rientra in una delle tante iniziative organizzate dal presidente russo per rafforzare la propria immagine. In passato si è fatto fotografare con una tigre e in un’altra occasione mentre volava in deltaplano per seguire la migrazione di alcuni uccelli. Nel 2011 si fece anche fotografare dopo una immersione in cui disse di avere scoperto un’anfora antica. In seguito si scoprì che la cosa era stata organizzata e che non era stato il diretto autore della scoperta. Le iniziative di questo genere da parte di Putin sono spesso oggetto di satira e ironie, soprattutto all’estero.