Il presidente serbo Nikolic si è scusato per il massacro di Srebrenica

Nel giugno scorso il presidente serbo Tomislav Nikolic negò che fosse mai avvenuto il massacro di Srebrenica. In un video diffuso su YouTube, anticipazione di un’intervista alla tv bosniaca BHRT che andrà in onda il 7 maggio, Nikolic dice di avere cambiato idea:

«Mi inginocchio e chiedo che la Serbia sia perdonata per il crimine commesso a Srebrenica»

Il massacro di Srebrenica è stato compiuto nel luglio 1995 dalle forze armate serbo-bosniache guidate dal generale Ratko Mladic, e causò la morte di circa 8mila musulmani bosniaci. Nel 2007 la Corte Internazionale di Giustizia dell’Aja ha confermato che il massacro di Srebrenica fu un genocidio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.