• Mondo
  • martedì 26 Febbraio 2013

La mongolfiera esplosa a Luxor

Sono morti 19 turisti stranieri, nell'incidente più grave di questo tipo da quando a Luxor hanno iniziato a organizzare viaggi in pallone

Una mongolfiera è esplosa a 300 metri di altezza dopo avere preso fuoco vicino alla città di Luxor, in Egitto, uccidendo 19 turisti stranieri, tra cui 2 cittadini britannici, 2 francesi, 4 giapponesi, 9 di Hong Kong, e due non ancora identificati. Un testimone dell’incidente ha detto alla BBC che alcuni turisti hanno cercato di mettersi in salvo lanciandosi fuori dalla mongolfiera «da un’altezza equivalente a circa quella del settimo piano di un palazzo».

Secondo quanto riferito dalla polizia locale, solo tre persone, tra cui il pilota, sono sopravvissute all’esplosione, anche se le loro condizioni ora sono piuttosto gravi. Il procuratore generale egiziano Talaat Abdallah ha aperto un’indagine per cercare di capire la causa e le dinamiche dell’incidente e Hisham Zazou, il ministro del Turismo, ha detto che  «i responsabili saranno puniti severamente».

La mongolfiera è precipitata su una piantagione di canna da zucchero a ovest della città. Cherry Tohamy, una testimone egiziana che vive in Kuwait e che è in vacanza a Luxor, ha detto alla BBC quello che è successo sulla base delle indicazioni fornite dal suo pilota: «La mongolfiera ha colpito un cavo elettrico di alta tensione e una bombola a gas a bordo della mongolfiera è esplosa». Un altro testimone, il fotografo statunitense Cristopher Michel, ha detto di aver visto la mongolfiera in procinto di atterrare quando ha sentito l’esplosione e ha visto il fumo uscire dal pallone. Ahmed Aboud, il portavoce delle compagnie che operano nel settore turistico delle escursioni in mongolfiera nell’area, ha confermato a Reuters che la causa dell’incidente sarebbe stata proprio un’esplosione.

Luxor è una località turistica molto conosciuta e frequentata dai turisti occidentali, anche se il trend è diminuito all’inizio del 2011 dopo l’inizio della “primavera araba”: si trova sulla riva orientale del Nilo, a circa 510 chilometri a sud del Cairo, e ospita le rovine più famose del mondo dell’era dei faraoni. Ogni anno a Luxor vengono organizzate moltissime escursioni in mongolfiera, perché dall’alto si possono vedere bene i templi di Karnak e la Valle dei Re. Non è la prima volta che si verificano degli incidenti di questo tipo a Luxor: nel 2009, 13 turisti rimasero feriti dopo che la loro mongolfiera era precipitata fino a terra. Quello di oggi sarebbe però l’incidente più grave dal 1989, ovvero da quando le compagnie della zona hanno cominciato a organizzare i giri turistici in mongolfiera.

foto: AP Photo/Nariman El-Mofty, File