• Mondo
  • martedì 26 Febbraio 2013

I lottatori kushti in Pakistan

È una forma di combattimento nata secoli fa durante l'Impero Moghul e diffusa in molti paesi dell'Asia meridionale

Il fotografo di Associated Press Muhammed Muheisen ha dedicato un reportage all’allenamento di alcuni lottatori kushti a Lahore, la capitale del Pakistan. Il kushti è un’antica forma di lotta praticata nell’Asia meridionale. Si diffuse durante l’Impero Moghul, la dinastia islamica che dominò l’India dal 1526 al 1707, e in Pakistan è considerata sport nazionale. Gli allenamenti sono massacranti, in molte scuole iniziano la mattina presto e durano dalle quattro alle sei ore. Gli atleti sono anche tenuti a condurre una vita rigorosa, a evitare alcuni cibi e limitare il fumo, l’alcol e i rapporti sessuali.

Muheisen è nato a Gerusalemme nel 1981 e si è laureato in giornalismo e scienze politiche nel 2002. Ha iniziato a lavorare per AP nel 2001 e ora vive a Islamabad ed è capo fotografo dell’agenzia per il Pakistan. Ha coperti alcuni tra i più grandi eventi in Medio Oriente: dal conflitto tra israeliani e palestinesi, alla guerra in Iraq, e ha lavorato in Arabia Saudita, Cina, Afghanistan, Yemen, Egitto e Siria. Ha ricevuto molti premi internazionali tra cui il premio Pulitzer per le Breaking News nel 2005 e il primo premio dei National Headliner Awards del 2012.