• Mondo
  • giovedì 17 Gennaio 2013

Giacarta sott’acqua

Le foto della grande alluvione in Indonesia dopo le forti piogge stagionali degli ultimi giorni, che secondo le previsioni potrebbero aumentare ancora

Le copiose piogge stagionali degli ultimi giorni hanno causato seri problemi in Indonesia, portando all’allagamento di un’ampia porzione della sua capitale Giacarta. Migliaia di negozi e decine di uffici pubblici oggi hanno dovuto chiudere a causa degli allagamenti e dell’impossibilità per i loro dipendenti di raggiungere il posto di lavoro. Molte delle principali strade cittadine non sono percorribili a causa della presenza di diversi centimetri d’acqua e la situazione potrebbe ulteriormente peggiorare nelle prossime ore, dicono i meteorologi.

Secondo le previsioni ci saranno altri giorni di forti piogge a causa di un intensificazione del monsone asiatico, che porterà a nuovi allagamenti anche nelle zone di Sumatra e di Giava. Migliaia di persone hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni perché alluvionate, o perché si trovano in punti poco rilevati dove è probabile che si verifichino nuovi allagamenti nelle prossime ore.

Si stima che a Giacarta siano caduti alcune decine di centimetri di pioggia nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 gennaio, cosa che non accadeva con questa intensità da circa cinque anni. Nella grande conurbazione vivono 14 milioni di persone, che fanno affidamento sul sistema di trasporti pubblici locali per spostarsi e per raggiungere il loro posto di lavoro. Molte linee sono rimaste chiuse a causa del brutto tempo e secondo gli analisti le conseguenze economiche sarebbero rilevanti, non solo per i danni ma anche per la temporanea chiusura delle attività commerciali.

Gli allagamenti di questi giorni sono dovuti principalmente al passaggio del monsone, ma ci sono altri fattori come la deforestazione nelle aree collinari a sud di Giacarta e la scarsa manutenzione delle decine di corsi d’acqua della zona ad avere peggiorato la situazione.