• virgolette
  • Questo articolo ha più di nove anni

Cosa diceva Ingroia della sua candidatura

Lunedì ha chiesto in «via cautelativa» di mettersi in aspettativa per motivi elettorali

Antonio Ingroia, l’ex procuratore aggiunto di Palermo ha chiesto al Consiglio Superiore della Magistratura l’aspettativa per motivi elettorali. Ingroia aveva aderito al manifesto “Io ci sto”, con cui era stato promosso il Movimento arancione, la formazione politica guidata dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che verrà presentato ufficialmente venerdì prossimo. Ingroia ha specificato però che si tratta di una richiesta «solo cautelativa» e che non ha ancora deciso se candidarsi alle prossime elezioni politiche: «ad oggi non ho deciso di essere in lizza per le consultazioni che daranno un nuovo Parlamento e un nuovo Governo al Paese. Sto ancora riflettendo». In un’altra dichiarazione del 27 novembre scorso, Ingroia aveva detto:

Non mi interessa essere candidato, non mi interessa un seggio in Parlamento.