Roberto Formigoni e il voto in Lombardia

«In Lombardia una alleanza è stata spezzata per il tradimento della Lega»

Alle prossime elezioni regionali per il rinnovo del presidente e del Consiglio regionale della Lombardia, che si svolgeranno probabilmente il 10 e 11 febbraio, non è ancora chiaro se il PdL, il partito del governatore in carica Roberto Formigoni, confermerà l’alleanza con la Lega Nord. Formigoni ha detto di appoggiare la candidatura di Gabriele Albertini, l’ex sindaco di Milano, che sarà sostenuto da una lista civica. Inoltre, anche il segretario della Lega Nord Roberto Maroni ha annunciato la sua candidatura, ma anche qui non è ancora chiaro se il partito correrà da solo o in alleanza con il PdL. Oggi, durante un evento organizzato a Roma da alcuni esponenti del PdL, “Italia popolare”, Formigoni ha spiegato che il destino della sua giunta è stato segnato dalla rottura con la Lega Nord e che per questo bisogna cambiare direzione:

«In Lombardia una alleanza è stata spezzata per il tradimento della Lega. Non possiamo permettere che dopo aver tradito, la Lega pretenda di indicare il candidato del centrodestra alla guida della Regione Lombardia. Noi vogliamo che il nostro candidato sia Gabriele Albertini.»

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.