Sei pronto al concorso per insegnanti?

Abbiamo scelto 50 domande, e relative risposte, dal discusso e temutissimo test di preselezione che si terrà tra meno di 10 giorni in tutta Italia

Lo scorso 25 settembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando del nuovo concorso per la scuola. Il concorso era molto atteso ed è il primo da molti anni: i posti “a cattedra” – ovvero i contratti di insegnamento a tempo indeterminato – che saranno assegnati sono oltre 11 mila (11.542, in scuole di ogni ordine e grado). Il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, ha insistito molto sul fatto che, a partire da quest’anno, si terranno concorsi per la scuola a cadenze regolari, ogni pochi anni (due, dice il ministro). Anche ammesso che il sistema parta, però, è molto probabile che ancora per anni si sentiranno le conseguenze delle molte storture che si sono create negli anni nel meccanismo di reclutamento degli insegnanti. Ci sono state polemiche e ricorsi poi sui requisiti di ammissione al concorso, che sono, semplificando, il possesso dell’abilitazione all’insegnamento oppure una laurea del vecchio ordinamento.

(Il nuovo concorso per la scuola)

Ad ogni modo, la macchina di organizzazione del concorso è partita: il termine per la presentazione delle domande era lo scorso 7 novembre e il prossimo 17-18 dicembre si terranno le prove preselettive del concorso. Queste prove preselettive, che si tengono in diverse sedi (solitamente scuole), sono una serie generata dal computer di 50 test in quattro grandi aree: 18 di logica, 18 di comprensione del testo, 7 di inglese e 7 di informatica. Sul sito del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) c’è già una sezione in cui sono stati pubblicati tutti i 3500 quesiti possibili, divisi in 70 moduli di 50 domande ciascuno. Chiunque, anche non iscritto al concorso, può accedervi e testare la propria preparazione. Abbiamo messo insieme le 50 domande del primo modulo, con le relative risposte, per metterci e mettervi alla prova.