• Mondo
  • martedì 30 ottobre 2012

Cartelli

Foto dell'oggetto più presente durante la campagna elettorale negli Stati Uniti: l'equivalente delle bandiere in Italia, ma con cento variazioni in più

Insieme ai palloncini e ai manifesti, i cartelli sono tra gli oggetti che in assoluto più fanno campagna-elettorale-americana. Sono presenti in qualsiasi evento politico, sia nelle versioni “ufficiali” che in quelle personalizzate di singoli elettori e militanti, e hanno un ruolo e un protagonismo simile a quello che in Italia, in simili contesti, hanno le bandiere, assenti negli Stati Uniti: dicono qualcosa di chi le porta, delle sue idee, di come si definisce, di quello che vuole. In Italia qualcuno ha cominciato a importare l’usanza – Veltroni nel 2008, Renzi nel 2012 – ma non si tratta ancora del fenomeno naturale e spontaneo al quale si assiste negli Stati Uniti, dove capita che alcuni circolino molto perché particolarmente divertenti o scandalosi, o perché creano dei piccoli casi: è il caso del cartello mostrato nell’ultima delle foto che seguono, della campagna elettorale di Mitt Romney. Riporta il motto della squadra di football dei Panthers, che è al centro della serie televisiva Friday Night Lights. Il regista della serie si è molto arrabbiato.

35 manifesti elettorali americani