• Sport
  • lunedì 6 Agosto 2012

Giocare per perdere?

Il quotidiano spagnolo Marca ha suggerito ai lettori che sia meglio perdere col Brasile per non incontrare gli USA del basket

Questa sera alle ore 21 italiane si giocherà Spagna-Brasile, l’ultima partita del girone B del torneo maschile di basket di Londra 2012. Entrambe le squadre sono già qualificate per i quarti di finale, ma la partita ha attirato molte attenzioni per un sondaggio pubblicato dal quotidiano sportivo spagnolo Marca: che ha chiesto ai lettori se preferiscono vincere la partita oppure perdere per evitare così la squadra degli USA in semifinale. Per una questione di accoppiamenti nel tabellone del torneo, infatti, chi perde questa sera non affronterà gli Stati Uniti – squadra ritenuta praticamente imbattibile – prima di una eventuale finale.

Gli Stati Uniti sono la squadra di basket più temuta del torneo per i campioni dell’NBA che ci giocano e per i risultati fatti in queste prime partite all’Olimpiade. Nella sua ultima partita contro la Nigeria, gli USA hanno vinto con uno scarto di 83 punti (record) e hanno  fatto il maggior numero di punti in una partita dei Giochi: 156. La maggior parte dei lettori che hanno risposto al sondaggio (56,6%) vuole che la Spagna perda la partita, pur di evitare gli Stati Uniti, almeno in semifinale. Che stasera intanto giocano con l’Argentina , ultima partita del loro girone.

In base al regolamento, si qualificano alla seconda fase ad eliminazione diretta le prime quattro di ogni girone. Sia la Spagna che il Brasile hanno sette punti in classifica nel girone B. Il Brasile è terzo per la miglior differenza di punti (+47), la Spagna è quarta (+26). L’obiettivo sarebbe quello di arrivare terzi. La prima squadra in classifica nel girone B è la Russia con nove punti e seconda è l’Australia con otto punti. Entrambe hanno giocato una partita in più, terminando la fase eliminatoria. E sabato scorso la Spagna ha perso la penultima partita del girone contro la Russia 77-74, nonostante sia stata in vantaggio di 18 punti.

Ruben Magnano, l’allenatore della squadra brasiliana che ha vinto la medaglia d’oro con l’Argentina nel 2004, ha già messo le mani avanti spiegando che «nessuno vuole giocare per perdere, contro la Spagna vogliamo vincere, nessuno pensa ai vantaggi di essere secondi». Tiago Splitter, giocatore del Brasile, ha detto che bisogna pensare ai quarti di finale perché «vengono prima di un’ipotetica semifinale contro gli USA».

La squadra che si classificherà seconda nel girone B giocherà probabilmente, in base al calcolo di Marca, con l’Argentina. La terza del girone B dovrebbe invece incontrare la Francia nei quarti di finale, posizionandosi dalla parte del tabellone in cui ci sarà in semifinale, probabilmente, la Russia e non gli Stati Uniti, che si affronteranno soltanto in una ipotetica finale.

Sergio Scariolo, l’allenatore della Spagna, ha detto che «se uno fa sport lo fa per vincere». Anche il Presidente della federazione spagnola di basket ha negato ogni sospetto scrivendo su Twitter che nessun giocatore e nessun allenatore giocheranno per perdere la partita con il Brasile:

 

In questa edizione dei Giochi c’è stato un caso di “scarso impegno”: otto giocatrici del torno femminile del badminton di Cina, Corea del Sud e dell’Indonesia sono state squalificate dalla Badminton World Federation per aver giocato le partite con lo scopo di perderle.

Foto: AP Photo/Charles Krupa