• Mondo
  • venerdì 6 luglio 2012

In Perù ci sono proteste contro una miniera d’oro

La sta costruendo una grande società americana, molti abitanti sono contrari e questa settimana cinque persone sono morte negli scontri con la polizia

Cinque persone sono morte e venti sono rimaste ferite negli scontri tra i manifestanti e la polizia avvenuti martedì nella città di Celedin, nella provincia di Cajamarca nel nord del Perù. I manifestanti protestavano contro il progetto Conga, ovvero l’apertura di una miniera d’oro a cielo aperto a 3.700 metri sul livello del mare che – secondo loro – danneggerà le riserve d’acqua della regione. Il progetto, del costo di 4,8 miliardi di dollari, richiede lo spostamento dell’acqua di quattro laghi andini che forniscono acqua per l’agricoltura e irrigano i pascoli del bestiame nelle riserve della compagnia costruttrice, la statunitense Newmont Mining Co.

Il progetto Conga era stato approvato nel 2010 dal governo dal precedente presidente peruviano, Alan Garcia. È stato sostenuto anche dal suo successore Ollanta Humala, che ha però invitato a considerare i possibili danni all’ambiente. Non è la prima volta che il progetto provoca proteste piuttosto violente e già lo scorso dicembre nella zona era stato dichiarato lo stato di emergenza.

Gli ultimi scontri sono scoppiati dopo che il sindaco di Celendin Mauro Arteaga si era detto favorevole alla miniera. Mille persone sono scese in piazza per protestare, hanno lanciato pietre contro la polizia che ha usato i gas lacrimogeni e gli sfollagente per disperdere la folla. Tra i morti c’è anche un ragazzo di 16 anni. Le autorità peruviane hanno accusato i manifestanti di aver ferito due poliziotti sparando loro con le pistole. Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza in tre regioni della zona per i successivi trenta giorni. Giovedì nella capitale Lima c’è stata una marcia contro la repressione della polizia a Cajamarca, terminata in altri scontri con i poliziotti.

Newmont Mining Co ha sede a Denver, in Colorado, ed è la principale proprietaria del progetto Conga, un’estensione della miniera aurifera di Yanacocha, la più grande dell’America Latina, che inizierà la produzione nel 2015. Il progetto Conga è il più grande investimento straniero in Perù e Newmont Mining ha assicurato che creerà migliaia di posti di lavoro.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.