Il giornalismo online visto da qui

Cosa ha raccontato al Festival del Giornalismo il direttore del Post

Il sito Che Futuro ha chiesto a Luca Sofri, il peraltro direttore del Post, gli appunti preparati per il suo “keynote” al Festival del Giornalismo di Perugia, e li ha pubblicati online oggi.

Io mi chiamo Luca Sofri, ho 47 anni, e faccio il direttore del Post: è un giornale online e ha due anni. Ve ne parlo brevemente perché in questi due anni è stato per noi uno straordinario luogo di sperimentazione e ricerca sui funzionamenti dell’informazione e della rete, e sul rapporto con i lettori.
È nato il 19 aprile 2010, e venni a Perugia a presentarlo che aveva pochi giorni: ormai viviamo Perugia come una sorta di festa dei compleanni del Post.Cominciammo con una redazione di cinque persone, ora siamo sette a cui si sono aggiunti quattro collaboratori fissi. Quando scrissi sul mio blog che cercavo persone, risposero in 400. Altre 400 hanno risposto a un nuovo annuncio dell’anno scorso, quando abbiamo coinvolto nuovi collaboratori.
Il Post è aggiornato ogni giorno dell’anno dalle 7 del mattino all’una di notte, circa.Questa settimana ha avuto una media di 90mila lettori unici al giorno, dato di Google Analytics. Nel 2010, due anni fa, una settimana dopo essere partiti, erano 11mila. Stessa settimana, un anno fa, nel 2011, erano 25mila. Adesso sono 90mila. Che comincia a essere un numero interessante per capire delle cose.

(continua a leggere su Che Futuro)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.