• Mondo
  • mercoledì 28 Marzo 2012

Benedetto XVI a Cuba

Le foto dell'incontro tra Joseph Ratzinger e Raúl Castro, mentre oggi sarebbe il turno di Fidel

Joseph Ratzinger e Raúl Castro si sono incontrati ieri durante il viaggio del Papa a Cuba, prima in una riunione privata nel Palazzo della Rivoluzione durata un’ora e mezza e poi in pubblico. I due non hanno parlato alla stampa, la tv del regime ha mostrato qualche immagine del loro incontro. Un portavoce del Vaticano ha detto che Fidel Castro non vi ha partecipato ma oggi lo stesso Fidel ha fatto sapere tramite il sito del governo cubano che “incontrerà il Papa”. La visita di Ratzinger ricorre in occasione del 400esimo anniversario del rinvenimento della scultura lignea della Madonna della Carità del Cobre, protettrice di Cuba, ritrovata sulle spiagge cubane da alcuni pescatori nel 1612. Ieri Benedetto XVI è stato a Santiago de Cuba, la seconda città del Paese dopo la capitale l’Avana. A Santiago c’è proprio il Santuario della Vergine, il principale luogo di pellegrinaggio cattolico dell’isola.

La visita del Papa a Cuba, la seconda di un pontefice cattolico nella storia del paese, è coincisa con l’avvio di timide riforme sociali ed economiche volte a dare spazio all’iniziativa economica privata e ridurre così il ruolo dello Stato. Le riforme avrebbero effetti delicati: Raul Castro vorrebbe tagliare un milione di posti di lavoro dal settore pubblico, cioè il 20 per cento della forza lavoro totale del paese, che è di poco più di cinque milioni. Anche per questo e per le implicazioni sociali delle riforme il governo di Cuba è interessato a interloquire con la Chiesa cattolica sui temi sociali e migliorare i propri rapporti col Vaticano. I cambiamenti economici non sono stati accompagnati fin qui da cambiamenti politici che, come hanno confermato le autorità cubane anche negli ultimi giorni, “non sono in agenda”.

Secondo il programma della visita, Ratzinger partirà da Cuba oggi pomeriggio dopo aver celebrato la messa a Plaza de la Revolución all’Avana. L’incontro con Fidel Castro potrebbe aver luogo dunque dopo la messa che verrà celebrata dal Papa alle ore 9 locali (le 15 italiane) e prima della sua partenza prevista per le 17 (le 23 italiane). Fidel Castro, secondo quanto scritto oggi su Internet, “ha deciso di chiedere al Papa qualche minuto del suo tempo prezioso” e “incontrerà con piacere Benedetto XVI come ha fatto con Giovanni Paolo II”. Per ora l’incontro tra Fidel Castro e Benedetto XVI non è stato confermato dalle autorità vaticane, ma sembra oramai molto probabile. Nessun incontro invece dovrebbe esserci tra il Papa e i dissidenti del regime cubano. Gruppi di opposizione parlano di decine di dissidenti cubani arrestati prima dell’arrivo di Benedetto XVI.

foto: L’Osservatore Romano Vatican-Pool/Getty Images