Spanair ha sospeso tutti i voli

A tempo indeterminato: la compagnia aerea spagnola era in crisi da anni, e questa volta il governo catalano non è intervenuto per salvarla

Ieri sera, alle 21:30, la compagnia aerea low-cost spagnola Spanair ha deciso di sospendere le sue operazioni di volo. L’ultimo aereo è atterrato alle 22 di ieri e circa 22mila passeggeri che avevano già prenotato voli da Madrid, Barcellona e dalle isole Canarie sono rimasti a terra. Solo a Madrid e Barcellona sono stati cancellati 109 voli, provocando così il caos negli aeroporti. La compagnia ha detto che la scelta è stata dovuta «all’assenza di disponibilità finanziaria per i prossimi mesi». Il governo ha condannato la sospensione delle attività di Spanair, avvenuta senza sufficiente preavviso: il ministro dei Trasporti, Ana Pastor, ha parlato di «infrazioni molto gravi» e detto che la compagnia potrebbe subire sanzioni fino a 9 milioni di euro.

Decisivo per la chiusura della compagnia aerea è stato il mancato accordo con un’altra compagnia, Qatar Airlines, che nei giorni scorsi avrebbe dovuto rilevare il 49 per cento di Spanair. I negoziati sono però falliti e stavolta il governo catalano, a differenza di un anno fa, non ha fatto nulla per salvare la compagnia, da molto tempo in gravi difficoltà economiche. Nel 2011, la Catalogna aveva infatti concesso un prestito di 10,5 milioni di euro a Spanair per evitare il fallimento che oggi sembra ormai prossimo. A farne le spese saranno i lavoratori di Spanair: i dipendenti sono circa 2mila persone, ma a questi va aggiunto anche il personale di terra che conta 1.200 impiegati.

Spanair è una compagnia aerea spagnola, con base a Barcellona, fondata nel 1986 e attiva dal 1988. Nata per servire principalmente il traffico aereo spagnolo, a un certo punto ha allargato i suoi servizi anche all’estero, in Europa e in Africa occidentale. Lo stop di Spanair provocherà molte perdite anche alla compagnia Scandinivian Airlines SAS che inizialmente possedeva il 94 per cento di Spanair ma poi ha venduto molte sue quote a un gruppo di investitori catalani ed è diventata azionista di minoranza con il 19,9 per cento. Il fallimento di Spanair significherebbe per SAS Group una perdita pari a circa 191 milioni di euro.

Il declino di Spanair è diventato inarrestabile dopo un grave disastro aereo avvenuto il 20 agosto 2008. Nella circostanza, il suo volo 5022 della Spanair da Madrid-Barajas a Gran Canaria si schiantò al suolo subito dopo il decollo, provocando la morte di 154 persone fra passeggeri ed equipaggio. Diciotto persone riuscirono a salvarsi.

foto: David Ramos/Getty Images