• Mondo
  • venerdì 9 Dicembre 2011

La mattina che arrestarono DSK

Sono saltati fuori dei video registrati al Sofitel di Manhattan: mostrano Strauss-Kahn chiamare tranquillo un taxi e un'esultanza sospetta

Una tv francese ha trasmesso ieri un montaggio di alcuni video registrati dalle telecamere dell’hotel Sofitel di Manhattan lo scorso 14 maggio: il giorno che Dominique Strauss-Kahn, allora direttore del Fondo Monetario Internazionale, è stato arrestato dalla polizia di New York con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di Nafissatou Diallo, cameriera dell’albergo. Oggi sappiamo che i procuratori lasceranno poi cadere le accuse nei confronti di Strauss-Kahn per mancanza di prove, a seguito delle contraddizioni nella versione dei fatti fornita dalla cameriera.

Il video mostra innanzitutto Strauss-Kahn uscire da un ascensore, pagare il conto e poi uscire dall’albergo e fermare un taxi: il tutto con una certa tranquillità, sostiene l’Atlantic, e non con l’atteggiamento di uno che vuole lasciare il più rapidamente possibile la scena di un crimine (Strauss-Kahn aveva dimenticato il cellulare in camera, e questo era stato letto da alcuni come indizio della sua fretta). Un’altra scena del video mostra Nafissatou Diallo, che sembra intenta a mimare la presunta violenza ricevuta da Strauss-Kahn a due agenti di sicurezza dell’albergo. Nell’ultima scena del video due dirigenti dell’albergo, Adrian Branch e John Sheehan, sembrano intenti a festeggiare e abbracciarsi. Questa circostanza era stata raccontata in un recente articolo di Edward Jay Epstein sulla New York Review of Books e i due dirigenti hanno negato che il loro scambio avesse a che fare con quanto accaduto a Strauss-Kahn. L’articolo di Epstein contiene tra l’altro moltissimi dettagli sulle comunicazioni via SMS avvenute tra dirigenti e impiegati dell’albergo prima di chiamare la polizia (passò almeno un’ora).

I sostenitori dell’innocenza di Strauss-Kahn vedono nel video ulteriori indizi sull’innocenza dell’ex direttore del Fondo Monetario Internazionale: per il suo atteggiamento tranquillo e per l’esultanza dei due dirigenti, che mostrerebbe l’esistenza di un qualche complotto ai suoi danni. Dall’altra parte gli avvocati di Nafissatou Diallo hanno detto che la reazione della loro assistita mostra l’autenticità del suo shock e quindi fornisce credibilità alla tesi della violenza sessuale. Non è chiara la provenienza del video: chi sia stato a farlo arrivare dagli uffici dell’hotel Sofitel ai media francesi.