• Italia
  • domenica 4 dicembre 2011

Che cos’è il Forum Nazionale dei Giovani

Da chi è formato e come funziona l'organo di rappresentanza che questa mattina è stato ricevuto dal governo

Questa mattina il presidente del Consiglio Mario Monti e alcuni membri del governo hanno incontrato sei rappresentanti del Forum Nazionale dei Giovani, una delle delegazioni che sono state sentite in queste ore per parlare alla cosiddetta “società civile” della manovra che sarà presentata domani anche in Parlamento, e si è detto che stamattina il ministro Elsa Fornero fosse quantomeno infastidita dal fatto che la delegazione fosse composta solo da maschi. Il Forum si definisce “l’unica piattaforma Nazionale di organizzazioni giovanili italiane, con più di 75 organizzazioni al suo interno, per una rappresentanza di circa 4 milioni di giovani”.

La presentazione sembra abbastanza fedele, almeno dal punto di vista formale, dato che la legge 311 del 2004 (la finanziaria per l’anno 2005) stabilì che “è destinata una quota di 500.000 euro per l’anno 2005 per l’istituzione di un Fondo speciale al fine di promuovere le politiche giovanili finalizzate alla partecipazione dei giovani sul piano culturale e sociale nella società e nelle istituzioni […]. Il 70 per cento della quota del Fondo di cui al comma 153 è destinato al finanziamento dei programmi e dei progetti del Forum nazionale dei giovani, con sede in Roma. Il restante 30 per cento è ripartito tra i Forum dei giovani regionali e locali”.

Al momento della sua formazione, avvenuta ufficialmente il 26 febbraio 2004, facevano parte del Forum 73 associazioni, più quattro con lo status di “osservatori”: nella lista, che è rimasta più o meno invariata anche oggi, c’erano una decina di associazioni apertamente confessionali e in particolare dell’associazionismo cattolico, diverse altre che riunivano studenti universitari, alcune organizzazioni giovanili dei partiti (da Azione Giovani, oggi parte del PdL, ai Giovani Democratici del PD) e associazioni giovanili professionali, sindacali e sportive.

Dal punto di vista organizzativo, il Forum è composto da un’assemblea, da un consiglio direttivo di otto membri e da un portavoce, che attualmente è Antonio De Napoli, 26 anni. Il congresso nazionale (con un numero di rappresentanti per ogni associazione a seconda del numero di iscritti, da uno a quattro) si tiene ogni tre anni. Gli obiettivi principali del Forum sono:

– creare uno spazio per il dibattito e la condivisione di esperienze tra le associazioni giovanili di diversa formazione e natura e le istituzioni Italiane ed Europee, presso le quali svolge un ruolo consultivo e propositivo in tema di Politiche Giovanili.
– impegnarsi per il coinvolgimento dei giovani alla vita sociale, civile e politica del Paese, coinvolgendoli nei processi decisionali del Paese.
– favorire la costituzione di Forum, Consigli e Consulte regionali, provinciali, territoriali e comunali dei giovani.

Il Forum dichiara tra i suoi obiettivi principali la creazione di un nuovo organismo di rappresentanza dei giovani, il Consiglio Nazionale della Gioventù, che dovrebbe essere disciplinato da una legge dello Stato e formare un nuovo soggetto che possa dialogare con le istituzioni con ancora maggiore autorevolezza. Quando e se l’obbiettivo sarà raggiunto, il Forum dichiarerà il proprio scioglimento.

Non è facile definire quale parte della popolazione italiana rappresenti precisamente il Forum, dato che le associazioni hanno regole di partecipazione molto diverse. I Giovani Democratici, per esempio, possono ricevere la tessera se hanno tra i 14 e i 29 anni, mentre altre associazioni non hanno limiti di età per gli iscritti (come il CSI) né sono specificamente indirizzate ad attività che coinvolgano i giovani (per esempio Legambiente). Lo statuto, comunque, richiede che le associazioni che vogliano far parte del Forum abbiano almeno 300 iscritti, di cui almeno il 70 per cento con meno di 35 anni.

Questa è la lista delle associazioni che ne fanno parte:

ACAI (Associazione Cristiana Artigiani Italiani ) – AFSAI (Associazione per la Formazione, gli Scambi e le Attività Interculturali) – AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) – AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport) – AIG (Associazione Italiana Alberghi Gioventù) – AMESCI – ARCIGAY-ARCIRAGAZZI – ASI (Alleanza Sportiva Italiana) – ASICIAO (Coordinamento Imprese Sociali associazioni Organizzazioni Noprofit) – Ass.ne culturale “25” – ASSOCIAZIONE NAZIONALE GIOVANI AL CENTRO – Assogiovani – ARTETECA – AZIONE CATTOLICA ITALIANA – AZIONE GIOVANI – CDE BARI – CGIL Giovani (Confederazione Generale Italiana Lavoratori) – CGSI (Consiglio Nazionale Giovani Sordi Italiani) – CGSI Comitato Giovani Sordi Italiani – CSI (Centro Sportivo Italiano) – CONSULTA REGIONALE GIOVANI DEL PIEMONTE – COORDINAMENTO NAZIONALE GIOVANI FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani) – CTG (CENTRO TURISTICO GIOVANILE) – CNGEI (Corpo Nazionale Giovani Esploratori Esploratrici Italia) – ERA (Esperanto Radikalia Asocio Onlus) – ESN (Erasmus Student Network) – Fare Verde – FGS (FEDERAZIONE DEI GIOVANI SOCIALISTI) – FEDERAZIONE dei CEMEA – FONDAZIONE EXODUS ONLUS – FORUM REGIONALE DEI GIOVANI DELLA BASILICATA – FORUM REGIONALE DEI GIOVANI DELLA CAMPANIA – FORUM REGIONALE DEI GIOVANI DEL PIEMONTE – FUCI (Federazione Universitaria Cattolica Italiana) – GD Giovani Democratici – GFE (Gioventù Federalista Europea) – GIFRA (Gioventù Francescana d’Italia) – GIOC (Gioventù Operaia Cristiana) – GIOVANI DELLE ACLI – GIOVANI del PPE (Giovani del Partito Popolare Europeo) – GIOVANI per un MONDO UNITO – GIOVANI della MARGHERITA – GIOVANI INSIEME – GIOVANI LIBERALDEMOCRATICI – GIOVANI POPOLARI UDEUR – GIOSEF (Giovani Senza Frontiere) – GIOVANI LIBERALI – GIOVANI FIM/CISL – GIOVANI MOVIMENTO PER LA VITA – GIOVANI MUSULMANI D’ITALIA – GIOVANI PROFESSIONISTI ITALIANI – GIOVANI VERDI – GIOVANI ITALIA DEI VALORI – HANDIAMO Onlus – Il Circolo del Buongoverno – LEGAMBIENTE – Mo.da.vi onlus – MOVIMENTO GIOVANILE MISSIONARIO – MSC (Movimento Studenti Cattolici) – MGL (Movimento Giovani Lasalliani) – NMGS (Nuovo Movimento Giovanile Socialista) – Pionieri della Croce Rossa Italiana – Re.ds Rete degli Studenti – SCI (Servizio Civile Internazionale) – UDC GIOVANI – UDS (Unione degli studenti) – UDU Unione degli Universitari – UGEI (Unione giovani ebrei) – UIL GIOVANI (Unione Italiana lavoratori) – UGL GIOVANI (Unione generale del lavoro) – UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti) – UN’IDEA – YAP ITALIA (Youth Action for Peace)

I rappresentanti del FNG durante le consultazioni precedenti alla formazione del governo Monti.
foto: Mauro Scrobogna /LaPresse

Mostra commenti ( )