Cos’è “I soliti idioti”

Un'antologia di video e le informazioni necessarie per sapere che cosa ha scorato Concita De Gregorio e ha animato un vivace dibattito sul Post

I soliti idioti è una sit-com trasmessa da MTV, di cui quest’anno è andata in onda la terza stagione. I protagonisti della serie sono Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, che ne interpretano tutti i personaggi, a parte rare eccezioni.

Ogni puntata è composta da un numero variabile di sketch indipendenti in cui compaiono diversi personaggi, che ricorrono tra una puntata e l’altra. I personaggi sono tanti: gli sketch fissi finora sono ventiquattro, con almeno una coppia di personaggi per scena. Tra i più famosi c’è il nichilista (che passa il suo tempo in un bar e interviene nei discorsi delle persone sedute vicino a lui), i tifosi, father and son (un padre autoritario, volgare e disonesto e suo figlio, laureato, colto e remissivo), l’amante del primario, che diventa ministra, Sebastiano e Gisella (un ragazzo col casco e la sua nemesi, un’ostile impiegata delle poste), Fabio e Fabio (una coppia gay, uno dei due è “incinto”).
La sitcom si ispira più o meno esplicitamente alla serie britannica Little Britain per il format (puntate fatte da sketch di pochi minuti) e per il tipo di comicità grottesca e politicamente scorretta.

Dalla serie è stato tratto un film, che si intitola sempre I soliti idioti, in uscita il 4 novembre. Oggi su Repubblica Concita De Gregorio ne ha scritto molto criticamente – dopo averne visto un’anteprima – e il suo articolo è stato molto dibattuto sul Post. Questa è una antologia per chi non l’ha mai visto e vuole sapere di cosa si parla.

Il nichilista

Gli sbroccati

I tifosi

1 2 3 Pagina successiva »