• Media
  • domenica 18 settembre 2011

«L’ho neutralizzato»

Il magnate russo editore dell'Independent e della Novaya Gazeta ha preso a pugni un suo collega imprenditore durante un dibattito sulla crisi economica

Alexander Lebedev è un miliardario russo, noto soprattutto per essere l’editore di due importanti quotidiani britannici, l’Independent e l’Evening Standard – nonché del quotidiano russo Novaya Gazeta – e per essere il maggiore azionista privato della compagnia aerea russa Aeroflot. Ex agente del KGB, ieri Lebedev ha preso a pugni un suo interlocutore durante un dibattito televisivo sulla crisi finanziaria. Il dibattito era ospitato da una tv russa, NTV, e Lebedev interloquiva con Sergei Polonsky, altro magnate russo caduto in disgrazia a causa della crisi del 2008. A un certo punto, durante una fase particolarmente intensa della discussione, Polonsky aveva detto di voler “dare un pugno sul muso” a Lebedev. Che poco dopo ha deciso di non lasciare l’iniziativa al suo interlocutore, e lo ha colpito due volte facendolo cadere dalla sedia. Dopo la trasmissione, Lebedev ha cercato di spiegarsi dicendo che «in una situazione critica non ci sono altre opzioni. Non vedo perché avrei dovuto essere colpito per primo. L’ho neutralizzato».