Un ponte di ferro sul fiume Nachi, nella prefettura di Wakayama in Giappone, distrutto dal passaggio del tifone Talas. (AP Photo/Kyodo News)
  • Mondo
  • domenica 4 settembre 2011

Le foto del tifone Talas in Giappone

Frane, case distrutte, ponti crollati, tetti sfondati, sacchi di sabbia per strada: e ci sono pure 20 morti, 100 feriti e 50 dispersi

Un ponte di ferro sul fiume Nachi, nella prefettura di Wakayama in Giappone, distrutto dal passaggio del tifone Talas. (AP Photo/Kyodo News)

Venti persone sono morte in Giappone e almeno 50 sono disperse in seguito alle alluvioni, alle frane e al crollo di ponti causato dal passaggio del tifone Talas. Il tifone ha provocato forti piogge e venti oltre i 100 chilometri orari che hanno colpito le regioni centrali e occidentali del paese, dov’erano state evacuate più di 460.000 persone. Secondo l’agenzia radiotelevisiva giapponese NHK le persone ferite sono almeno cento.

Tra le zone più colpite ci sono le prefetture occidentali di Nara e di Wakayama. A Wakayama sono crollati diversi ponti e sei case nella città di Tanabe sono state trascinate dal crollo di una frana. Nel villaggio di Totsukawa, nella prefettura di Nara, sono morte almeno tre persone e sette sono scomparse. Secondo i meteorologi il tifone si è spostato verso il Mar del Giappone, ma nei prossimi giorni continueranno a esserci forti piogge e venti e potranno verificarsi altre frane e allagamenti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.