• Mondo
  • martedì 16 Agosto 2011

In India chi si fa sterilizzare può vincere una macchina

La regione del Rajasthan ha istituito una lotteria per chi rinuncia ad avere figli, allo scopo di frenare l'esplosione demografica

Nel Rajasthan, lo stato più grande dell’India, chi si fa sterilizzare può sperare di vincere un’automobile. Tutte le donne e gli uomini che entro il 30 settembre di quest’anno si sottoporranno a questo tipo di intervento potranno partecipare a una lotteria che oltre a motociclette e frullatori elettrici può regalare al vincitore una “Tata Nano”. E anche se, tecnicamente, pagare qualcuno perchè si faccia sterilizzare è vietato dalla legge, il governo indiano ha previsto anche un piccolo rimborso per la “perdita di possibilità”: per l’operazione un uomo riceve 1.100 rupie, una donna 600. Chiunque riesca a convincere qualcun altro a farsi operare, guadagna altre 200 rupie.

La popolazione indiana è molto numerosa e in continua crescita. L’ONU ha stimato che entro il 2050 l’India supererà la Cina, diventando la nazione più popolosa del mondo (e su una superficie ben più piccola). Per prevenire l’esplosione demografica, i governi indiani hanno sempre considerato la sterilizzazione di uomini e donne come una delle possibili soluzioni. Negli anni Settanta Sanjay Gandhi, figlio dell’allora primo ministro Indira Gandhi, condusse una compagna di sterilizzazione durante la quale un numero imprecisato di donne e uomini vennero operati con la forza. Nonostante le forti proteste che scatenò questa campagna, ancora oggi in alcune zone dell’India, soprattutto quelle più povere, la sterilizzazione rimane il metodo contraccettivo più utilizzato, e a volte l’unico.

Ma se l’anno scorso il governo indiano consegnò un bonus di 2.000 rupie alle donne che decidevano di rinviare la gravidanza per due anni, nel 2008 nella provincia di Shivpuri, nello stato del Madhya Pradesh, a ogni uomo che decise di farsi sterilizzare venne dato in cambio il porto d’armi. L’iniziativa fu un successo: nel giro di un mese si presentarono 139 volontari, mentre l’anno prima solo 8 uomini accettarono di farsi operare. Il Madhya Pradesh è uno stato con un alto numero di banditi: ogni anno le richieste per ottenere il porto d’armi sono 15.000, ma solo 500 vengono esaudite. Quell’anno gli sterilizzati saltarono la fila.