• Mondo
  • lunedì 25 Luglio 2011

La guerra illustrata

Richard Johnson racconta con i disegni la vita delle truppe canadesi in Afghanistan

Richard Johnson è un illustratore e scrittore di Detroit, di origini canadesi. La sua prima esperienza come artista di guerra risale al 2003, quando fu inviato dal National Post (un quotidiano canadese) a Kuwait City per documentare la prima fase dell’intervento statunitense in Iraq.

Il mio compito era raccontare la vite delle persone comuni coinvolte nel conflitto. Attraverso quelle piccole storie e i miei disegni dovevo ricordare ai lettori che quando si contano le vittime dei conflitti si parla di persone, di individui, e che è di quelle persone che parlano gli articoli che leggono e le notizie. Ho tentato di dare loro un volto e una voce.

Nel 2007 Johnson è stato inviato in Afghanistan con un mandato molto simile: raccontare la vita delle truppe canadesi lontane da casa, e quella degli afgani con cui i soldati vengono a contatto. Disegnandole. Per due mesi Johnson è stato al seguito di un reparto dell’esercito canadese, tra Kandahar e la base di Ma’Sum Ghar, raccontando le persone e le azioni militari nei suoi disegni e in alcuni scritti pubblicati in un blog costruito come un diario di guerra, il Kandahar Journal.

Dal 2007 a oggi Richard Johnson è tornato più volte in Afghanistan, e ha continuato a disegnare per raccontarlo e a scriverne sul Kandhar Journal. I suoi lavori sono raccolti sul sito del National Post e sul suo sito personale.

Acquerelli di guerra