Ragazzini afgani studiano il Corano presso la scuola religiosa Islami Noor di Kandahar, 12 maggio 2011. (Majid Saeedi/Getty Images)
  • Mondo
  • mercoledì 18 Maggio 2011

A scuola in Afghanistan

Foto di bambini che fanno la cosa più normale del mondo in un posto in cui non è per niente normale

Ragazzini afgani studiano il Corano presso la scuola religiosa Islami Noor di Kandahar, 12 maggio 2011. (Majid Saeedi/Getty Images)

Nelle ultime settimane i talebani hanno intensificato gli attentati in Afghanistan, uccidendo anche molti civili. Nonostante il pericolo di essere uccisi da uno scontro a fuoco o dall’esplosione di un’autobomba sia sempre piuttosto alto, molti bambini continuano ad andare a scuola. Queste foto mostrano una giornata ordinaria nella scuola religiosa Islami Noor a Kandahar, durante lo studio del Corano a cui possono partecipare soltanto maschi.

Il sistema dell’istruzione in Afghanistan è tra i peggiori al mondo. Ai tempi dei talebani l’istruzione era in gran parte affidata a scuole islamiche, proibite alle bambine, in cui ci si limitava a insegnare il Corano. Secondo i dati del ministero dell’istruzione gli studenti erano meno di un milione per circa 20mila insegnanti, quasi tutti maschi, in un paese che all’epoca contava circa 20 milioni di abitanti. Non c’era nessun programma nazionale e nessun testo condiviso. Dal 2002 il governo si è impegnato ad aprire nuove scuole statali, che dedicano allo studio religioso circa la metà del tempo e impiegano la restante metà allo studio di altre materie, come la matematica. Ha costruito nuove scuole, formato nuovi insegnanti e organizzato dei corsi di alfabetizzazione anche per gli adulti. Ora il numero dei bambini che studia è di 7 milioni, di cui due e mezzo sono femmine.